Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Campagnano di Roma. Stalking e maltrattamenti anche dopo la scarcerazione: Nuovo ordine restrittivo per un 40enne.

Immagine della notizia (Miniatura di Albarubescens su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

Campagnano di Roma. Stalking e maltrattamenti anche dopo la scarcerazione: Nuovo ordine restrittivo per un 40enne.

Nel pomeriggio di venerdì scorso, 12 Agosto 2022, i militari della Stazione dei Carabinieri di Campagnano di Roma, in esecuzione dell'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip, su richiesta della Procura della Repubblica di Tivoli, hanno arrestato un 40enne, già noto alle forze dell'ordine, gravemente indiziato di atti persecutori e maltrattamenti nei confronti di due donne.

L'uomo, che in passato era già stato arrestato e condannato per gli stessi reati nei confronti delle medesime vittime e di un'altra giovane ragazza, non appena scarcerato, ha reiterato i comportamenti vessatori e persecutori nei confronti delle donne, in particolare con messaggi intimidatori anche tramite social network, nonché presentandosi in più occasioni fuori dall'abitazione di una delle due.

Le ragazze hanno subito negli anni condotte violente che si ripetevano anche in occasione dei permessi d'uscita di cui lo stesso fruiva nel periodo di detenzione in carcere. Il supporto delle famiglie e la professionalità dei Carabinieri hanno incoraggiato le vittime a denunciare le violenze fisiche e psicologiche subite, consentendo alla Procura della Repubblica di Tivoli di chiedere e ottenere un tempestivo provvedimento restrittivo. L'indagato sarà così nuovamente associato in carcere in attesa di giudizio.

La nota della Procura di Tivoli: "Si dimostra ancora una volta l'alto tasso di recidiva degli uomini maltrattanti perfino dopo l'espiazione della pena in carcere. Occorrono strumenti di controllo per verificare se il carcere ha raggiunto l'obiettivo della risocializzazione, ovvero se gli uomini maltrattanti usciti dal carcere proseguono, come accade nell'85% dei casi, nell'aggredire la stessa vittima".

"La Procura di Tivoli da tempo richiede e ottiene misure di prevenzione a tutela delle donne in questi casi, in modo tale che l'uomo all'atto della scarcerazione venga sottoposto alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza e al divieto di avvicinamento alle persone offese".

"Nel caso in esame la Procura di Tivoli non era informata di questa scarcerazione", ha precisato il Procuratore della Repubblica di Tivoli, Dott. Francesco Menditto.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.