Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Cosenza. Violentava la sua convivente e la perseguitava, anche dopo la fine della relazione: Un 64enne arrestato dalla Polizia.

Immagine della notizia (Miniatura di Rino Porrovecchio su Flickr, licenza CC BY-SA 2.0)

Cosenza. Violentava la sua convivente e la perseguitava, anche dopo la fine della relazione: Un 64enne arrestato dalla Polizia.

La Polizia di Stato di Cosenza, ha tratto in arresto un uomo di 64 anni accusato dei reati di violenza sessuale, maltrattamenti, estorsione e stalking nei confronti della sua ex convivente. Nei primi giorni di agosto, una donna, ormai esasperata e terrorizzata dal suo ex convivente, si è presentata presso gli Uffici della Squadra Mobile della Questura di Cosenza, decisa a raccontare il dramma che da circa due mesi stava vivendo e subendo.

La donna, in lacrime e fortemente intimorita, ha raccontato ai poliziotti che dopo aver conosciuto il suo ex convivente lo ha accolto in casa. Rimasta sola dopo la morte del marito, aveva intravisto in lui una persona a cui legarsi e affidarsi sentimentalmente. La convivenza però non si è mostrata facile per la donna, che sin dai primi momenti di vita insieme si è trovata costretta a subire il carattere violento dell'uomo.

Diversi sono stati gli episodi di maltrattamenti o i rapporti sessuali di ogni tipo consumati contro la propria volontà spesso minacciata anche da un coltello. Ha raccontato, inoltre, che l'uomo, approfittando del proprio stato di debolezza, perché malata, pretendeva che lei gli cedesse mensilmente una parte della propria pensione di reversibilità.

Neanche la decisione di troncare la relazione è servita a tenere lontano da lei quell'uomo violento che ha continuato a perseguitarla e a minacciarla, tanto da farle limitare le uscite di casa o ad evitare di uscire da sola.

La donna ha trovato nei poliziotti gli amici a cui confidare il proprio dramma, il segreto che, per vergogna o timore di essere giudicata, aveva tenuto per sé tanto da evitare di fare ricorso alle cure mediche anche quando ce ne fosse stato bisogno.

L'attività info-investigativa avviata a seguito della denuncia, coordinata dalla Procura della Repubblica di Cosenza diretta dal Procuratore Capo Dr Mario Spagnuolo, ha consentito di accertare i reati contestati e di assicurare l'uomo alla giustizia.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.