Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Bologna. Insulti e frasi denigratorie su Alessandra Matteuzzi. Pronta una maxi azione legale: Le denunce contro gli haters del web.

Immagine della notizia (Miniatura di Maretta Angelini su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

Bologna. Insulti e frasi denigratorie su Alessandra Matteuzzi. Pronta una maxi azione legale: Le denunce contro gli haters del web.

Per le frasi ingiuriose scritte sui social nei confronti di Alessandra Matteuzzi, sta per partire una maxi-azione legale. Ci sarebbero anche alcuni utenti di Senigallia tra coloro che nelle scorse settimane hanno rivolto ogni tipo di commento alla 56enne bolognese uccisa dall'ex compagno Giovanni Padovani, 26enne calciatore senigalliese.

Il femminicidio è avvenuto il 24 agosto a Bologna, Alessandra è stata colpita a martellate prima di raggiungere la sua abitazione, mentre si trovava al telefono con la sorella, da quell'uomo che era ossessionato da lei.

Dopo la morte i profili social della donna sono stati presi d'assalto, tantissimi i commenti di solidarietà nei suoi confronti, ma altrettanti gli haters che hanno puntato il dito contro di lei: insulti, ma anche frasi di cattivo gusto che si sono susseguite per giorni.

I familiari della donna hanno deciso di avviare una maxi-azione legale nei confronti di tutti coloro che hanno sputato veleno su Alessandra: considerazioni insensate sulla vittima che ora potrebbero ritorcersi contro coloro verso cui sono pronte a partire centinaia di denunce.

A condannare la 56enne, le foto che pubblicava, il suo piacevole aspetto, ma anche il fatto di sentirsi libera di frequentare un ragazzo più giovane di lei, questo è stato sufficiente per scatenare una pioggia di insulti e frasi spiacevoli.

Non è bastato nemmeno sapere che la donna avesse sporto denuncia nei confronti dell'ex compagno lo scorso 26 luglio, dichiarando lei stessa agli inquirenti di avere paura. Alessandra è un'altra vittima di quella che ormai è diventata una vera e propria piaga, ma questo non è bastato a fermare la cattiveria dei tanti che non hanno risparmiato commenti denigratori nei suoi confronti e che ora dovranno rispondere di quanto accaduto.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.