Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Modena. Il tribunale annulla un matrimonio forzato. Una giovane donna "finalmente libera".

Immagine della notizia (Immagine di Mongolo1984 su Wikimedia Commons — CC BY-SA 4.0)

Modena. Il tribunale annulla un matrimonio forzato. Una giovane donna "finalmente libera".

Il tribunale civile di Modena ha annullato l'unione tra una donna di 29 anni, italiana di origini indiane residente in provincia, e un 32enne indiano, residente in India, derivata da un matrimonio forzato. Le nozze erano state contratte in India e trascritte nel registro di Stato civile del Comune italiano.

La giovane, che ha anche denunciato il padre in sede penale, nel corso degli anni ha registrato, con dispositivi audio e video, le conversazioni che dimostrano la pianificazione del matrimonio, comprese le minacce.

Con una sentenza firmata dal giudice Eugenio Bolondi è stata accolta la richiesta della donna, rappresentata dall'avvocato Davide Ascari. "Ci sono tante similitudini con il caso di Saman Abbas", ha detto il legale, "ma questa volta siamo intervenuti in tempo. E anche i genitori, dopo diversi anni, qualche passo indietro lo hanno fatto. Oggi vivono in Germania e lei, la figlia, potrà finalmente unirsi con il giovane che ha conosciuto qui a Modena".

La giovane, all'epoca dei fatti 24enne, aveva registrato con audio e video il piano dei genitori. In una di queste registrazioni si sente il padre che parla con il padre dello sposo dicendo di essere disposto a tutto per risolvere la situazione, perfino a uccidere la figlia che si opponeva al matrimonio forzato. Proprio per questo esiste anche un filone penale, sempre a Modena, dove il padre della donna è indagato per minacce aggravate.

L'avvocato Ascari ha detto che la donna, dopo aver saputo della sentenza, "si è messa a piangere": "Ha espresso tutta la propria gioia e detto di sentirsi finalmente libera. Ora potrà pianificare il matrimonio con il ragazzo italiano di origini indiane che ha conosciuto qui".

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.