Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Cassazione. Definitiva la condanna a 30 anni per Filippo Marraro. Uccise l'ex moglie Loredana Calì.

Immagine della notizia (Immagine di Mister No su Panoramio e Wikimedia Commons — CC BY 3.0)

Cassazione. Definitiva la condanna a 30 anni per Filippo Marraro. Uccise l'ex moglie Loredana Calì.

La Corte di Cassazione ha reso definitiva la condanna a 30 anni di reclusione per Filippo Marraro, 54 anni, il meccanico di Catenanuova (Enna) che il 1º aprile del 2019 sequestrò e uccise l'ex moglie Loredana Calì, madre dei suoi due figli.

La donna lo aveva lasciato dopo 18 anni di convivenza. La Suprema Corte ha rigettato il ricorso presentato dall'avvocato dell'imputato, Maria Fallico. L'uomo aveva atteso in strada la ex coniuge, l'aveva costretta, dopo averle puntato la pistola alla testa, a salire in auto e dirigersi verso la casa di campagna della famiglia Calì.

Davanti al cancello aveva fatto scendere dall'auto la donna e l'aveva costretta ad inginocchiarsi e, nonostante, le preghiere della vittima che lo supplicava di risparmiarle le vita, le aveva sparato un colpo alla testa ed uno al cuore.

Marraro aveva poi chiamato i familiari di Loredana e avvisato un conoscente che non avrebbe potuto partecipare ad un raduno motoristico, spiegando che aveva ammazzato la sua ex. A novembre dello scorso anno la Corte d'Appello di Caltanissetta aveva confermato la condanna a 30 anni inflitta in primo grado dal Gup di Enna al termine del processo con rito abbreviato.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.