Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Pove del Grappa. Omicidio Dorima Alla. Chiesta la condanna all'ergastolo per il marito Gezim.

Immagine della notizia (Immagine di Alessandro Simonetto (Alegreen) su it.wikipedia.org — CC BY-SA 3.0)

Pove del Grappa. Omicidio Dorima Alla. Chiesta la condanna all'ergastolo per il marito Gezim.

È stata chiesto la condanna all'ergastolo per Gezim Alla, il muratore ed ex poliziotto di 52 anni che ha ucciso la moglie Dorima Alla, 39 anni, con dodici colpi di martello in testa, il 18 aprile 2021, nella loro abitazione di Pove del Grappa, mentre i figli si erano rintanati in camera.

La richiesta del carcere a vita è arrivata in Corte d'Assise a Vicenza dal pubblico ministero Alessandra Block che, dopo aver analizzato la dinamica del femminicidio, ha ritenuto di configurare l'aggravante della crudeltà per i numerosi colpi inflitti alla donna.

L'uomo, albanese che da anni vive a Pove, è assistito dall'avvocato Chiara Bellini. Intanto, nel processo di ieri, 17 novembre, è stato sentito il perito psichiatrico nominato dal tribunale, la dottoressa Michela Casoria, coordinato dal dottor Diego Arsiè per la Procura e dal dottor Andrea Costacurta per la difesa.

Il perito ha ritenuto l'imputato capace di intendere e di volere. Per quanto riguarda il vuoto di memoria del marito in merito a come si sia svolta l'aggressione, è stato concluso si tratti di un'amnesia conseguente all'evento traumatico. I periti hanno inoltre ritenuto il gesto estremo dell'uomo consequenziale ad una crescente sensazione di impotenza, di disperazione e di incapacità di accettare quella che al momento riteneva essere la disgregazione della sua famiglia.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.