Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Trani. Una minorenne sequestrata da un uomo fuori la scuola, poi stordita e infine violentata.

Immagine della notizia (Immagine di Enric su ca.wikipedia.org — CC BY-SA 4.0)

Trani. Una minorenne sequestrata da un uomo fuori la scuola, poi stordita e infine violentata.

Gli agenti della Squadra Mobile di Trani, su ordine della locale Procura, hanno eseguito il provvedimento cautelare in carcere emesso dal Gip nei confronti di uomo incensurato, indagato per i reati di sequestro di persona ai danni di una minorenne, violenza sessuale aggravata per aver abusato dell'inferiorità fisica e psichica della parte offesa, dall'uso di sostanze alcoliche e stupefacenti, per essere stata commessa in danno di una minore di 18 anni, nonché per violazione della normativa sugli stupefacenti.

L'esecuzione del provvedimento cautelare rappresenta l'epilogo delle investigazioni svolte nei mesi scorsi dalla Squadra Mobile, con il coordinamento della locale Procura della Repubblica, tese a far luce su gravi reati denunciati dalla giovane vittima, allorquando, presentandosi davanti ai medici di un ospedale di un'altra provincia pugliese, riferiva di essere stata violentata sessualmente senza essere in grado di fornire le generalità del presunto autore della violenza perché non conosciuto.

Immediate sono scattate le indagini grazie alle quali è stato possibile ricostruire i momenti precedenti vissuti dalla vittima e risalire all'autore della ipotizzata violenza. Le investigazioni sono state svolte anche con l'utilizzo di moderni strumenti tecnologici, grazie ai quali è stato possibile appurare quanto verificatosi in danno della vittima.

Dopo essere uscita da scuola, la stessa era stata adescata con una scusa dall'indagato, accompagnata in un'abitazione rurale di cui il soggetto aveva disponibilità, stordita con bevande alcoliche e stupefacenti, per poi essere violentata sessualmente.

Dopodiché, è stata accompagnata in un'altra città fuori provincia per essere lasciata nelle vicinanze di un ospedale. L'indagato, per cui vale la presunzione di non colpevolezza, dovrà ora rispondere dei reati contestati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trani per i quali è stato arrestato in via cautelare.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.