Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Vibo Valentia. Denuncia i maltrattamenti da parte del convivente. Le violenze anche quando era incinta.

Immagine della notizia (Immagine di Norbert Nagel su Wikimedia Commons — CC BY-SA 3.0)

Vibo Valentia. Denuncia i maltrattamenti da parte del convivente. Le violenze anche quando era incinta.

Una donna, dopo l'ennesima violenza fisica e psicologica subita, anche alla presenza dei figli minori, si era determinata a presentarsi presso la Squadra Mobile di Vibo Valentia, denunciando prolungati maltrattamenti commessi dal suo convivente nell'arco degli ultimi anni.

Gli episodi erano stati caratterizzati da aggressioni verbali e fisiche, sia alla presenza dei figli minori, sia durante la gravidanza della donna, instaurando all'interno del nucleo familiare un regime di sofferenza e prevaricazione non più sostenibile, anche per la tutela dei minori.

I poliziotti, ascoltata la vittima, hanno svolto minuziose indagini per ricostruire i comportamenti dell'uomo, ascoltando molti testimoni vicini al nucleo familiare, nonché trovando riscontri in diverse lesioni riportate dalla donna a seguito delle violenze subite nel corso degli anni.

La Squadra Mobile, quindi, collaborata dalla Squadra di Polizia Giudiziaria del Posto Fisso di Tropea, ha dato esecuzione ad un'ordinanza dell'Ufficio Gip del Tribunale di Vibo, su richiesta della Procura della Repubblica diretta dal Procuratore Capo Camillo Falvo.

All'autore sospettato dei reati di maltrattamenti in famiglia aggravati e di lesioni aggravate è stato disposto l'obbligo, quotidiano, di presentazione presso gli uffici di Polizia. Questa misura cautelare, eseguita peraltro nell'imminenza della celebrazione della "giornata internazionale contro la violenza sulle donne", conferma l'estrema importanza di denunciare alle Forze dell'Ordine comportamenti violenti, persecutori o maltrattanti fra le mura familiari, così consentendo un intervento tempestivo, evitando la degenerazione di "amori malati".

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.