Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Genova Pontedecimo. Giovane 23enne uccisa dal compagno di 32 anni. L'uomo si è poi tolto la vita.

Immagine della notizia (Immagine di Bbruno su it.wikipedia.org — CC BY-SA 3.0)

Genova Pontedecimo. Giovane 23enne uccisa dal compagno di 32 anni. L'uomo si è poi tolto la vita.

Si chiamava Giulia Donato la ragazza di 23 anni morta a seguito di un colpo d'arma da fuoco ieri pomeriggio in via Anfossi, nel quartiere Pontedecimo di Genova. A spararle Andrea Corvaia, il fidanzato, un giovane vigilante genovese di 32 anni che, dopo aver ucciso la ragazza, ha rivolto l'arma da fuoco verso di sé, suicidandosi sul posto.

Secondo le prime ipotesi, alla base dei fatti ci sarebbero state delle questioni sentimentali. Secondo quanto raccolto dagli investigatori, infatti, i due giovani erano legati da una relazione sentimentale iniziata nella scorsa primavera. Relazione che però non sarebbe andata bene, con continui disaccordi e, nelle ultime settimane, sempre più frequenti contrasti tra i due.

Ieri pomeriggio l'ennesimo diverbio. Sulla porta dell'appartamento, situato all'ultimo piano del civico 22, non sono stati trovati segni di effrazione: i due non vivevano insieme e negli ultimi mesi il loro rapporto si era incrinato, forse irrimediabilmente.

L'ultimo litigio, quello di ieri, ha avuto il più tragico e ingiusto degli epiloghi: Giulia è stata uccisa con un colpo di pistola nella sua camera da letto, forse mentre dormiva, dove, pochi istanti dopo il primo sparo, il suo assassino si è tolto la vita con un colpo sparato in bocca. (N.G F.C.)

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.