Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Città di Castello. Lei si trasferisce, ma lui continua a perseguitarla. Disposto l'allontanamento dalla casa familiare.

Immagine della notizia (Immagine di Adri08 su Wikimedia Commons — CC BY-SA 4.0)

Città di Castello. Lei si trasferisce, ma lui continua a perseguitarla. Disposto l'allontanamento dalla casa familiare.

Dopo anni di maltrattamenti, aveva continuato a perseguitarla anche dopo che la donna aveva cambiato appartamento. Alla fine la moglie non ha potuto fare altro che rivolgersi alla Polizia, denunciando tutte le angherie subite: per questo l'uomo, un di 54enne di Città di Castello, è stato allontanato dalla casa familiare, su indicazione del giudice per le indagini preliminari del tribunale di Perugia.

Secondo quanto ha denunciato la vittima agli agenti del commissariato tifernate, l'uomo - dedito al consumo di sostanze alcoliche - da diverso tempo era solito tenere comportamenti violenti e aggressivi nei suoi confronti della donna, anche alla presenza dei figli, consistenti in ingiurie e minacce. In alcune occasioni, il marito era persino arrivato a lanciarle oggetti e suppellettili.

I maltrattamenti e le violenze erano diventati sempre più frequenti, tanto da indurre la vittima ad abbandonare l'abitazione comune e ad andare a vivere in un appartamento di proprietà della famiglia all'interno dello stesso stabile. Nonostante quanto accaduto, il 54enne aveva continuato a perseguitare la donna: una spirale di violenza continua che ha costretto a farsi coraggio e a chiedere aiuto alla Polizia di Stato.

Gli agenti del Commissariato, in ragione della gravità degli episodi, avevano attivato subito il Codice Rosso. Terminate le indagini e ricostruita compiutamente la vicenda in cui l'uomo era accusato di maltrattamenti in famiglia, è scattata per lui la richiesta di applicazione di una misura cautelare.

II Gip del Tribunale di Perugia, valutata la gravità dei fatti e il pericolo di reiterazione, ha emesso un'ordinanza applicativa della misura cautelare dell'allontanamento immediato dalla casa familiare, vietando all'indagato di avvicinarsi ai luoghi abitualmente frequentati dalla coniuge e dai suoi congiunti, nonché ai luoghi di lavoro. (Carlo Stocchi)

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.