Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Roma Tuscolano. Omicidio Martina Scialdone. Contestata la premeditazione per Costantino Bonaiuti.

Immagine della notizia (Immagine di Nicholas Gemini su it.wikipedia.org — CC BY-SA 4.0)

Roma Tuscolano. Omicidio Martina Scialdone. Contestata la premeditazione per Costantino Bonaiuti.

La Procura di Roma contesta anche la premeditazione a carico di Costantino Bonaiuti, il 61enne accusato di aver ucciso a colpi d'arma da fuoco l'ex compagna Martina Scialdone.

La donna era un'avvocatessa di 34 anni. Il delitto è avvenuto venerdì sera, fuori a un ristorante in via Amelia al Tuscolano. L'uomo, fuggito in auto dopo l'accaduto, è stato rintracciato dalle Volanti della Questura al Nuovo Salario. Tra le accuse mosse dai pm di piazzale Clodio, oltre l'omicidio volontario aggravato, anche i motivi abietti e futili e di avere agito contro una persona a cui l'uomo era legato sentimentalmente.

I due avevano iniziato a frequentarsi nel 2021, ma la giovane avvocatessa qualche mese fa aveva deciso di interrompere la relazione per riprendere un mano le redini della sua vita e della sua carriera. Quello di venerdì sera doveva essere molto probabilmente un incontro chiarificatore, organizzato dal 61enne in un ristorante del Tuscolano, che la donna aveva accettato proponendo però di vedersi in un ristorante affollato.

Un incontro che però, come spesso è accaduto in casi analoghi, si è tramutato in un femminicidio. Al tavolo, tra i due sarebbe nata una discussione sempre più animata, tanto da attirare l'attenzione dei gestori del locale e degli altri avventori. Così l'uomo ha deciso di allontanarsi dal locale, mentre la 34enne avrebbe cercato rifugio in bagno prima di uscire a sua volta.

All'esterno, il 61enne avrebbe minacciato la donna di accompagnarla alla sua auto parcheggiata poco distante e, nei pressi della vettura, avrebbe estratto la pistola e fatto fuoco, a bruciapelo. Non è chiaro ancora quanti colpi avrebbe esploso, ma uno ha raggiunto la donna al petto.

La vittima, nonostante le ferite, è riuscita a percorrere qualche decina di metri, arrivando a pochi passi dall'entrata del ristorante, dove si è accasciata. Immediato l'intervento degli avventori del locale.

"Ringraziamo in modo particolare una nostra cliente che avendo competenze mediche ha tentato immediatamente di rianimare e dare soccorso alla ragazza", si legge nel post pubblicato dallo staff del ristorante Brado a Roma, nei pressi del quale l'avvocata Martina Scialdone è stata uccisa dall'ex compagno.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.