Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Bologna. È stata rimossa la pagina Facebook che esalvata il killer di Alessandra Matteuzzi.

Immagine della notizia (Immagine di Maretta Angelini su Wikimedia Commons — CC BY-SA 4.0)

Bologna. È stata rimossa la pagina Facebook che esalvata il killer di Alessandra Matteuzzi.

È stata oscurata la pagina Facebook che inneggiava Giovanni Padovani, il killer di Alessandra Matteuzzi. "Giovanni Padovani - un mito, una leggenda" era stata aperta da ignoti il 27 agosto scorso, appena quattro giorni dopo il brutale omicidio a Bologna.

E nei giorni scorsi, l'avvocato dei nipoti della donna, Chiara Rinaldi, l'aveva segnalata all'amministrazione del social network e anche alla Polizia. Per qualche giorno, silenzio. La pagina era rimasta lì, in bella vista, con i suoi nove follower.

Ieri però, la sorpresa. La richiesta è stata processata e, forse anche a seguito dell'attenzione mediatica alla vicenda, è stata rimossa. Non è chiaro se sia stato possibile individuare chi l'ha creata e chi fossero gli iscritti; in ogni caso, non è detto si possa procedere a una querela di parte dato che la pagina, a parte il titolo e le fotografie di Padovani, non mostrava commenti o frasi direttamente rivolti all'omicidio.

"Una piccola soddisfazione" – commenta l'avvocato Rinaldi. "Noi, intanto, continuiamo a monitorare ogni tipo di commento sui social relativo ad Alessandra e alla sua famiglia". La famiglia in passato ha già denunciato 25 hater. (Federica Orlandi)

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.