Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Romano di Lombardia. Il papa di Yana all'ex fidanzato di lei: "Voglio trovare mia figlia. Dimmi dov'è".

Immagine della notizia (Immagine di LauraMagri712 su Wikimedia Commons — CC BY-SA 4.0)

Romano di Lombardia. Il papa di Yana all'ex fidanzato di lei: "Voglio trovare mia figlia. Dimmi dov'è".

L'ultimo sms lo hanno scambiato qualche giorno fa. Papà Oleksander indica con il dito lo schermo del cellulare: Yana gli parlava dell'appartamento che voleva affittare a Castiglione delle Stiviere, in provincia di Mantova, forse per ricominciare una nuova vita dopo la fine della relazione con l'ex fidanzato e una convivenza durata tre anni.

Oleksander Malaiko, 45 anni, non sa se rivedrà più sua figlia, 23enne ucraina cresciuta in provincia di Bergamo. Per quattro anni ha lavorato come barista a Covo e Romano di Lombardia, racconta chi la conosce.

Ed è proprio a Romano che domenica si trovava il padre, arrivato a dare conforto ai nonni della giovane in queste ore disperate: l'ex fidanzato, 34 anni, di nazionalità moldava, è stato arrestato dai Carabinieri con accuse pesantissime: omicidio volontario premeditato e occultamento di cadavere.

"Voglio solo trovare mia figlia, la mia unica figlia che probabilmente non c'è più", sono le parole dell'uomo, che trova la forza di rivolgersi al presunto assassino: "Dimmi dove è? Ti prego. Voglio solo la verità".

Secondo gli ultimi aggiornamenti, le ricerche si sono inizialmente concentrate in un piccolo lago al confine tra le province di Mantova e Brescia. Al momento, non sarebbe stato raccolto alcun elemento che possa confermare la presenza del corpo della 23enne, forse uccisa venerdì scorso dall'ex compagno. Il sospettato si trova in carcere a Mantova e finora non avrebbe collaborato con Carabinieri e Procura. (Fabio Viganò)

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.