Castiglione. Chiuse le indagini per l'omicidio di Yana Malayko. Dumitru Stratan verso il rinvio a giudizio.

Immagine della notizia (Immagine di Massimo Telò (Teseo) su it.wikipedia.org — CC BY-SA 3.0)

Castiglione. Chiuse le indagini per l'omicidio di Yana Malayko. Dumitru Stratan verso il rinvio a giudizio.

Si avvicina il processo per Dumitru Stratan, reo confesso dell'omicidio di Yana Malayko, la 23enne originaria di Romano di Lombardia (Bergamo) uccisa il 20 gennaio scorso a Castiglione delle Stiviere (Mantova).

Il Giudice per le indagini preliminari di Mantova, Chiara Comunale, ha fissato l'udienza preliminare in cui si dovrà valutare la richiesta di rinvio a giudizio avanzata dal pubblico ministero Lucia Lombardo nei confronti dell'ex fidanzato della vittima, che non si rassegnava alla fine della relazione.

L'accusa è pesante: omicidio premeditato mediante percosse e soffocamento violento, con le aggravanti della premeditazione e di aver commesso l'omicidio della persona con cui aveva avuto una relazione affettiva, oltre al reato di occultamento di cadavere al fine di assicurarsi l'impunità. In seguito alla confessione del 33enne, considerata la gravità del fatto, sembra scontato che sarà accolta la richiesta della Procura mantovana.

Secondo quanto emerso dall'autopsia effettuata sul cadavere della giovane, le sarebbero stati fatali almeno quattro colpi alla testa inferti dal 33enne Stratan con un corpo contundente, probabilmente una spranga di metallo. Il corpo della ragazza venne ritrovato solo una decina di giorni più tardi, sotto una catasta di legno al confine tra il Bresciano e il Mantovano, dove era stato abbandonato chiuso in un sacco.

Prima di trasferirsi a Castiglione, Yana aveva abitato a Romano di Lombardia insieme alla sua famiglia. La nonna, sposata con un bergamasco, ancora vi risiede. La ragazza aveva frequentato le scuole nel paese della Bassa e a Seriate, poi aveva iniziato a lavorare come barista in un locale di Bergamo. Si era poi spostata a Chiari e a Covo. (di Mauro Paloschi - BergamoNews)

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.