Visualizza menu
Visualizza menu Visualizza campo di ricerca

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia precedente

Il femminicidio di Maria Simonetta Gaggioli a Riotorto di Piombino

Vittima:
Maria Simonetta Gaggioli
Località:
Riotorto di Piombino
Data:
3 agosto 2019
Foto di Riotorto, frazione di Piombino in provincia di Livorno
Foto di Riotorto, frazione di Piombino in provincia di Livorno
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
Foto di Riotorto, frazione di Piombino in provincia di Livorno
Foto di Riotorto, frazione di Piombino in provincia di Livorno

Maria Simonetta Gaggioli, 75 anni, è stata rinvenuta morta la mattina del 3 agosto 2019 a Riotorto, frazione di Piombino in provincia di Livorno. Il suo corpo era avvolto in un sacco a pelo, in avanzato stato di decomposizione, abbandonato in un fossato lungo il lato che costeggia la vecchia strada Aurelia. È stato possibile individuarlo in seguito a un incidente avvenuto sulla stessa strada dove diversi automobilisti hanno notato una strana sagoma parzialmente coperta dalla vegetazione.

Da un primo esame medico è emerso che la donna sarebbe deceduta da circa una settimana, ma non è stato possibile stabilire una data esatta della scomparsa perché la denuncia era stata presentata dal figlio Filippo Andreani, 47 anni, solo il giorno precedente al rinvenimento, venerdì 2 agosto. È stato proprio lui a riconoscere il cadavere e, ascoltato dagli inquirenti come persona informata dei fatti, ha dichiarato di non aver avuto più notizie della madre dal 27 luglio, ma ha denunciato la scomparsa in ritardo poiché era capitato già diverse volte in passato che la signora si assentasse per alcuni giorni per andare a trovare parenti o amici senza avvisarlo.‍[1][2] Maria Simonetta Gaggioli era un'ex politica e funzionaria di regione, originaria di Follonica in provincia di Grosseto. La donna nella primavera del 2019 si era trasferita proprio a Riotorto e successivamente erano andati a stare con lei anche il figlio e i tre nipotini, ai quali si era dedicata negli ultimi anni dopo essere andata in pensione.‍[3][4]

Note

  1. ^ Giallo nel Livornese, cadavere di una donna in un sacco a pelo trovato in un fosso. Repubblica.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 7 agosto 2019.
  2. ^ Cadavere avvolto in un sacco a pelo, è una donna scomparsa una settimana fa. Il Telegrafo Livorno. Archiviato dall'originale. Consultato il 7 agosto 2019.
  3. ^ Morta nel sacco a pelo: il mistero di Simonetta, ex politica. Era nonna di tre nipoti. La Nazione. Archiviato dall'originale. Consultato il 7 agosto 2019.
  4. ^ I parenti di Simonetta si rivolgono ai social. Il Tirreno. Archiviato dall'originale. Consultato il 16 ottobre 2019.
FemminicidioItalia.info utilizza cookie analitici e di profilazione. Puoi consultare ulteriori informazioni e negare il consenso al loro utilizzo accedendo all'informativa estesa presente alla pagina cookie policy. Cliccando su OK o continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.