Il femminicidio di Yara Gambirasio a Chignolo d'Isola

Vittima:
Yara Gambirasio
Killer:
Massimo Giuseppe Bossetti
Località:
Chignolo d'Isola
Data:
26 febbraio 2011

Aveva 13 anni ed era scomparsa la sera del 26 novembre 2010 da Brembate di Sopra in provincia di Bergamo, paese in cui abitava. Il suo cadavere è stato ritrovato il 26 febbraio 2011 in un campo di Chignolo d'Isola (Bergamo) con numerose ferite, tra cui diversi fendenti d'arma da taglio e un trauma cranico rilevato dall'autopsia.

Negli anni successivi, attraverso le tracce di DNA rinvenute sugli indumenti intimi della ragazza, si è risaliti a Massimo Giuseppe Bossetti, arrestato il 16 giugno 2014 e considerato il responsabile dell'omicidio. L'uomo, 41 anni all'epoca del delitto, si è sempre dichiarato innocente.

È stato condannato in via definitiva all'ergastolo. Poco chiaro il movente che, secondo le motivazioni della sentenza, potrebbe essere ricondotto a delle avances sessuali respinte, unite al timore dell'aggressore di essere riconosciuto per aver commesso nei confronti della vittima qualcosa di grave.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.