Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Forio d'Ischia. Pesta di botte la moglie in casa e tenta di cancellare le tracce di sangue. Arrestato un 40enne.

Immagine della notizia (Immagine di Abxbay su Wikimedia Commons — CC BY-SA 4.0)

Forio d'Ischia. Pesta di botte la moglie in casa e tenta di cancellare le tracce di sangue. Arrestato un 40enne.

Una ragazza di 21 anni picchiata in casa dal marito, con una violenza tale da lasciarle il volto tumefatto e far volare gli schizzi di sangue su pavimenti e muri della propria abitazione. Prima dell'arrivo dei Carabinieri sul posto, l'uomo ha tentato di pulire le tracce ematiche.

L'individuo è stato arrestato e condotto in carcere dai militari dell'Arma. In attesa di giudizio, è chiamato a difendersi dalle accuse di maltrattamenti, vessazioni e violenze ripetute nel corso degli anni.

Tutto è accaduto a Forio d'Ischia, sull'Isola Verde. Un uomo di 40 anni ha iniziato a litigare violentemente nella propria abitazione con la giovane moglie, finendo per aggredirla fisicamente. I pugni sono stati tali da rendere il volto della donna completamente tumefatto.

Una segnalazione anonima al 112 ha permesso però ai Carabinieri della locale stazione di intervenire tempestivamente. Quando sono arrivati nell'appartamento della coppia, i militari hanno trovato l'uomo che, con uno strofinaccio, cercava di pulire pavimenti e pareti sporche del sangue della moglie, letteralmente schizzato dal viso per i colpi subiti.

Mentre lui veniva sottoposto ad arresto, la vittima è stata accompagnata in ospedale. Se la caverà con 10 giorni di prognosi. Per lei è iniziato anche un lungo percorso riabilitativo.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.