Menu Ricerca voce
Menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Il femminicidio di Barbara Grandi a Trecate

Vittima:
Barbara Grandi
Presunto killer:
Domenico Horvat
Località:
Trecate
Data:
20 novembre 2019
Uno scorcio di Piazza Cavour a Trecate in provincia di Novara
Uno scorcio di Piazza Cavour a Trecate in provincia di Novara (di Ateneo, licenza CC-BY-SA 3.0)
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
Uno scorcio di Piazza Cavour a Trecate in provincia di Novara
Uno scorcio di Piazza Cavour a Trecate in provincia di Novara (di Ateneo, licenza CC-BY-SA 3.0)

Barbara Grandi, 37 anni, è stata uccisa il 20 novembre del 2019 nella sua abitazione a Trecate, comune in provincia di Novara. La donna lavorava come badante e conviveva con il compagno Domenico Horvat, disoccupato di 30 anni, col quale stava insieme da circa tre anni e dalla loro relazione era nato un bambino. Entrambi avevano già avuto figli da precedenti relazioni: lei due, lui uno. I servizi sociali erano intervenuti nei loro confronti per allontanare tutti e quattro i bambini a causa di problematiche familiari.

Il delitto è avvenuto al culmine di una violenta colluttazione scoppiata durante la notte nell'appartamento dove la coppia risiedeva. Nelle prime ore del mattino l'uomo ha chiamato i soccorsi riferendo che la compagna era stata vittima di un'aggressione. Gli infermieri giunti sul posto non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della donna, il cui corpo presentava numerose ferite d'arma da taglio.‍[1] Secondo la prima ispezione medico legale, i fendenti sferrati sul suo corpo non erano meno di quaranta. Horvat è stato fermato e condotto in caserma.‍[2] Il trentenne, interrogato come persona informata dei fatti, ha dichiarato di non essere l'autore dell'omicidio, sostenendo che la convivente sia stata uccisa da una banda di sconosciuti che si è introdotta in casa senza permesso aggredendo sia lui che la donna. Per gli inquirenti, tale versione non aveva alcun riscontro plausibile. Nella serata del 20 novembre, l'uomo è stato trasferito nel carcere di Novara.‍[3]

Due giorni dopo, di fronte al giudice per le indagini preliminari, Horvat si è avvalso della facoltà di non rispondere. Nei suoi confronti è stato convalidato il fermo ed è stata disposta la custodia cautelare in carcere con l'accusa di omicidio volontario aggravato.‍[4] L'autopsia ha rilevato circa 77 fendenti inflitti sul corpo della vittima, gran parte della quali sferrati di seguito al decesso. L'aggressione sarebbe partita dal salotto per poi spostarsi nel bagno, dove la donna era stata rinvenuta in un lago di sangue. L'arma da taglio utilizzata dall'assassino non è stata ritrovata.‍[5][6]

Note

  1. ^ Femminicidio: donna uccisa a coltellate dal compagno durante una lite. Repubblica.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 20 novembre 2019.
  2. ^ Donna uccisa in casa, fermato il marito. ANSA. Archiviato dall'originale. Consultato il 20 novembre 2019.
  3. ^ Omicidio a Trecate, secondo il compagno sarebbero stati degli sconosciuti ad aggredirli in casa. Quotidiano Piemontese. Consultato il 24 novembre 2019.
  4. ^ Donna uccisa a Trecate, convalidato il fermo per il compagno. Sky TG24. Archiviato dall'originale. Consultato il 23 novembre 2019.
  5. ^ Omicidio di Trecate, l'assassino ha infierito sul corpo di Barbara con più di 80 coltellate. Quotidiano Piemontese. Archiviato dall'originale. Consultato il 26 novembre 2019.
  6. ^ Delitto di Trecate: "Barbara è stata colpita da 77 coltellate". La Stampa. Archiviato dall'originale. Consultato il 17 maggio 2020.
FemminicidioItalia.info utilizza cookie analitici e di profilazione. Puoi consultare ulteriori informazioni e negare il consenso al loro utilizzo accedendo all'informativa estesa presente alla pagina cookie policy. Cliccando su OK o continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.