Il femminicidio di Ada Rotini a Bronte

Vittima:
Ada Rotini
Presunto killer:
Filippo Asero
Località:
Bronte
Data:
8 settembre 2021
La Cattedrale di San Nicolò a Noto in provincia di Siracusa dove sono stati celebrati i funerali di Ada Rotini
La Cattedrale di San Nicolò a Noto in provincia di Siracusa dove sono stati celebrati i funerali di Ada Rotini (di Hein Didden, licenza CC BY-SA 3.0)
Uno scorcio panoramico di Bronte in provincia di Catania con l'Etna sullo sfondo
Uno scorcio panoramico di Bronte in provincia di Catania con l'Etna sullo sfondo (di Zino65, licenza CC BY-SA 3.0)

Ada Rotini, 46 anni, è stata uccisa dall'ex compagno e marito Filippo Asero, 47 anni, l'8 settembre 2021 a Bronte in provincia di Catania.‍[1]

La donna in mattinata si era recata a casa dell'uomo per recuperare degli effetti personali dall'abitazione dove la coppia precedentemente aveva convissuto. La vittima era stata accompagnata sul posto in auto dalla sorella e da un anziano, per il quale la quarantaseienne lavorava come badante nel vicino comune di Maletto.

Asero avrebbe ritenuto, erroneamente, che la moglie avesse riallacciato la relazione con il suo precedente compagno. Così, dando in escandescenze, ha estratto un coltello e ha cominciato a colpire la donna in auto, sferrando i fendenti dal finestrino sotto gli occhi della sorella e dell'anziano.

Il quarantasettenne, come se non bastasse, l'ha poi trascinata fuori dal veicolo per continuare a infierire su di lei, mentre l'anziano aveva provato, invano, a fermarlo e rimediando anch'egli delle ferite. I presenti sul posto hanno allertato i soccorsi mentre Asero, dopo aver aggredito l'ex compagna, ha tentato di suicidarsi utilizzando la stessa arma da taglio contro sé stesso.

Per fermare il malintenzionato è stato decisivo l'intervento di un Carabiniere, fuori dal servizio e in licenza a Bronte, che si è precipitato per tenere a bada il quarantasettenne fino all'arrivo del personale sanitario.‍[2]

Per la signora Rotini, originaria di Noto in provincia di Siracusa, non c'è stato null'altro da fare che constatare il decesso.‍[3] Asero invece è stato trasportato all'ospedale Cannizzaro di Catania dove le cure dei medici lo hanno posto fuori pericolo. Nel corso della stessa giornata si sarebbe dovuta tenere la prima udienza di separazione per la coppia, che si era sposata nell'agosto del 2020, ma il matrimonio era durato meno di un anno e la donna aveva deciso di chiudere quella relazione.‍[4]

Asero nel dicembre del 2001 era stato arrestato nell'abito dell'inchiesta sulla morte di Sergio Gardani, un trentaduenne ucciso in un agguato a Bronte. Secondo le indagini, l'omicidio era scaturito in seguito a una lotta interna tra organizzazioni criminali locali per il controllo delle estorsioni e del traffico di sostanze stupefacenti sul territorio. Asero nell'ottobre del 2003 era stato condannato in primo grado all'ergastolo, ma successivamente in Appello era stato assolto con formula piena per non aver commesso il fatto.‍[5]

La Cattedrale di San Nicolò a Noto in provincia di Siracusa dove sono stati celebrati i funerali di Ada Rotini
La Cattedrale di San Nicolò a Noto in provincia di Siracusa dove sono stati celebrati i funerali di Ada Rotini (di Hein Didden, licenza CC BY-SA 3.0)

La signora Rotini nel dicembre del 2020 si era rivolta ai Carabinieri di Maletto per segnalare i comportamenti violenti del compagno e annunciando la sua volontà di interrompere la relazione. La donna e la figlia undicenne erano state collocate dalla Polizia giudiziaria in una struttura protetta, abbandonata volontariamente dalla quarantaseienne dopo pochi giorni per recarsi presso l'abitazione dei genitori a Noto.

Nei primi giorni del gennaio 2021 la donna poi aveva scelto di riappacificarsi con il coniuge, ritornando a vivere insieme lui a Bronte. Tuttavia nel mese di giugno la quarantaseienne ha deciso di interrompere nuovamente la relazione e di avviare le procedure di separazione, tornando dai genitori nei Siracusano.

Mentre Asero era ancora ricoverato all'ospedale Cannizzaro per le ferite autoinflitte, il giudice per le indagini preliminari di Catania ha convalidato l'arresto in flagranza confermando la misura di custodia cautelare in carcere.‍[6] L'esame autoptico sulla salma della vittima ha rilevato almeno 40 coltellate sferrate dell'uomo prima di tentare il suicidio.‍[7]

Note

  1. Femminicidio a Bronte, una donna di 46 anni sgozzata dal marito. QdS. Archiviato dall'originale. Consultato il 9 settembre 2021.
  2. Femminicidio di Bronte, l'assassino bloccato da un carabiniere fuori servizio. CataniaToday. Archiviato dall'originale. Consultato il 9 settembre 2021.
  3. Femminicidio a Bronte, è di Noto la badante uccisa dal marito. Siracusa News. Archiviato dall'originale. Consultato il 9 settembre 2021.
  4. Femminicidio di Bronte, l'assassino bloccato da un carabiniere fuori servizio. Giornale di Sicilia. Archiviato dall'originale. Consultato il 9 settembre 2021.
  5. Femminicidio Bronte, Ada uccisa con 30 coltellate. Il marito bloccato da un carabiniere, ma lei era già morta. La Sicilia. Archiviato dall'originale. Consultato il 9 settembre 2021.
  6. Femminicidio a Bronte, confermato l'arresto per il marito assassino. La Sicilia. Archiviato dall'originale. Consultato il 14 settembre 2021.
  7. "Ada Rotini massacrata con 40 coltellate", emersi nell'autopsia i segni della ferocia di Filippo Asero. NewSicilia. Archiviato dall'originale. Consultato il 14 settembre 2021.
FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.