Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Il femminicidio di Anna Costanzo a Bari

Vittima:
Anna Costanzo
Killer:
Alessandro Angelillo
Località:
Bari
Data:
11 luglio 2009

Voce su Anna Costanzo

Truccatrice del teatro Petruzzelli di Bari, trovata morta a 50 anni, all'interno della vasca da bagno della sua abitazione del rione San Girolamo di Bari, nella notte tra il 10 e l'11 luglio 2009.

L'autopsia stabilì che fu picchiata e strangolata, prima di essere poi annegata dal suo aguzzino. L'ex compagno Alessandro Angelillo, 33 anni, venne inizialmente indagato a piede libero, ma il successivo mese di novembre fu arrestato. Dalle risultanze investigative emerse che la vittima era stata perseguitata con l'ausilio di falsi profili social. Dopo il delitto, l'uomo tentò di depistare le indagini inscenando un omicidio a sfondo sessuale.

Angelillo confessò per la prima volta di essere stato l'assassino della donna durante il processo in Appello: la uccise perché lei rifiutò le continue richieste di tornare a stare insieme a lui. Condannato in primo grado a 30 anni, la pena è stata successivamente ridotta in via definitiva a 16 anni di reclusione, escludendo l'aggravante della crudeltà.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.