Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Il femminicidio di Alice Bredice a Marina di Ragusa

Vittima:
Alice Bredice
Killer:
Simone Cosentino
Località:
Marina di Ragusa
Data:
29 aprile 2019
Uno scorcio di Sant'Ambrogio di Torino, paese d'origine di Alice Bredice

Uno scorcio di Sant'Ambrogio di Torino, paese d'origine di Alice Bredice (di Sailko, licenza CC BY-SA 3.0)

Voce su Alice Bredice

Nel corso della notte tra il 28 e il 29 aprile 2019 Simone Cosentino, poliziotto di 42 anni, uccise la moglie Alice Bredice, 33 anni, sparando tre colpi con la propria pistola d'ordinanza. L'uomo si tolse poi la vita utilizzando la stessa arma da fuoco contro sé stesso.‍‍[1]‍‍[2]

Foto notturna di Marina di Ragusa sulla costa mediterranea siciliana

Foto notturna di Marina di Ragusa sulla costa mediterranea siciliana (di SY67, licenza GFDL 1.2)

L'omicidio-suicidio avvenne nella camera da letto della villetta di campagna in cui la coppia risiedeva nei pressi di Marina di Ragusa. I coniugi si erano erano conosciuti in Piemonte quando l'uomo, originario della Sicilia, si era trasferito in Val di Susa per lavorare alla Polizia Stradale. La donna aveva prima vissuto a Sant'Ambrogio di Torino, poi era andata con la madre in Borgata Crotte a Susa.‍‍[3]

In seguito Alice e Simone si sposarono (circa 8 anni prima del drammatico evento), stabilendosi a Ragusa dove lui era stato promosso come assistente capo nella sezione volanti della Questura in città. Dalla loro relazione erano nate due figlie, di 6 e 7 anni. Fu proprio la maggiore delle due, nella notte tra il 28 e il 29 aprile, la prima a rinvenire i corpi senza vita dei genitori. Spaventata, telefonò a un parente, il quale a sua volta avvertì le forze dell'ordine, accorse successivamente sul posto.

Secondo le ricostruzioni, l'estremo gesto sarebbe stato un atto premeditato. Prima di compiere il delitto, il quarantaduenne aveva telefonato ai propri genitori dichiarando l'intenzione di voler uccidere la moglie. Aveva anche ordinato loro di raggiungere la casa per prendere le bambine e portarle via.

Tutto questo nonostante, poche ore prima dell'omicidio, Cosentino aveva scritto sul suo profilo Facebook un messaggio destinato alla coniuge: "Ti ho dedicato tutta la mia vita. Ti amo". I funerali della coppia furono celebrati in congiunta, la mattina del 30 maggio, nella parrocchia Maria Regina di Contrada Cisternazzi a Ragusa.‍‍[4]‍‍[5]

Uno scorcio di Sant'Ambrogio di Torino, paese d'origine di Alice Bredice

Uno scorcio di Sant'Ambrogio di Torino, paese d'origine di Alice Bredice (di Sailko, licenza CC BY-SA 3.0)

Nei giorni successivi alla drammatica vicenda, alcuni parenti della donna avevano rilasciato diverse dichiarazioni alla stampa. Dal loro racconto si evinceva che nell'ultimo periodo il rapporto tra Alice e Simone si era incrinato. Lei in occasione della Pasqua era ritornata per pochi giorni in Piemonte, dai suoi cari, portando con sé anche le figlie, ma il marito non l'aveva seguita. Durante il soggiorno, chi le era vicino la vedeva preoccupata e angosciata: la trentatreenne aveva confidato ai parenti più stretti che c'erano dei problemi con il marito.

A suo dire, negli ultimi tempi lui era cambiato, sospettava spesso di lei, era diventato troppo ossessivo e le telefonava più volte nel corso del giorno. Quei comportamenti erano diventati insostenibili. Per questo motivo aveva accennato all'intenzione di separarsi. Le fu consigliato di restare in Valsusa e di non tornare in Sicilia, ma lei credeva di poter risolvere la situazione, non volendo tenere le figlie lontane dal padre.‍‍[6]

Note

  1. Ragusa, poliziotto uccide la moglie e si suicida. Lasciano 2 bimbi. ragusanews.com. Archiviato dall'originale. Consultato il 6 maggio 2019.
  2. Marina di Ragusa: poliziotto uccide la moglie e si suicida. Qds.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 6 maggio 2019.
  3. Omicidio di Ragusa: La Valsusa piange la morte di Alice, uccisa dal marito poliziotto. ValsusaOggi. Archiviato dall'originale. Consultato il 6 maggio 2019.
  4. L'ultimo saluto al poliziotto e alla moglie a Ragusa. Ai funerali erano presenti anche le 2 figliolette. Corriere di Ragusa. Archiviato dall'originale. Consultato il 6 maggio 2019.
  5. Poliziotto uccide la moglie con la pistola d'ordinanza e si suicida, "gesto inspiegabile". BlogSicilia.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 6 maggio 2019.
  6. L'omicidio di Alice Bredice a Ragusa. Il papà: "Era ossessivo, la seguiva ovunque. E non voleva noi parenti in Sicilia". Radio RTM Modica. Archiviato dall'originale. Consultato il 6 maggio 2019.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.