Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Il femminicidio di Rosalia Daniela La Gumina a Castelvetrano

Vittima:
Rosalia Daniela La Gumina
Killer:
Luigi Damiani
Località:
Castelvetrano
Data:
15 marzo 2019
Foto di Castelvetrano

Foto di Castelvetrano

Voce su Rosalia Daniela La Gumina

Foto di Castelvetrano

Foto di Castelvetrano

Rosalia Daniela La Gumina, casalinga di 47 anni, e Luigi Damiani detto Gino, idraulico di 60, sono stati ritrovati senza vita nella loro casa di via Alcide De Gasperi a Castelvetrano in provincia di Trapani il 15 marzo 2019.‍‍[1]‍‍[2]

La donna aveva intenzione di separarsi, ma suo marito non accettava che lei potesse lasciarlo.‍‍[3] L'autopsia svolta sui cadaveri della coppia ha confermato l'ipotesi di omicidio-suicidio. Gli esami hanno rilevato che Rosalia ha ricevuto sette coltellate, di cui due mortali al petto che hanno colpito cuore e polmoni. L'uomo si è poi suicidato buttandosi più volte su un coltello posizionato nell'incavo ascellare del corpo di sua moglie mentre era distesa sul letto. È stato invece escluso l'atto dello strangolamento, diversamente da quanto avevano diffuso precedentemente alcuni organi di stampa.‍‍[1]‍‍[3]

Note

  1. a b Omicidio-suicidio a Castelvetrano, la donna uccisa con sette coltellate. Giornale di Sicilia. Archiviato dall'originale. Consultato il 20 marzo 2019.
  2. Trovati morti in casa due coniugi di Castelvetrano. Si sospetta un omicidio-suicidio. PartannaLive.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 20 marzo 2019.
  3. a b Castelvetrano: Daniela uccisa dal marito con sette coltellate. Tp24.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 20 marzo 2019.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.