Visualizza menu Visualizza campo di ricerca
Visualizza menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia precedente

Il femminicidio di Luisa Ciarelli a Torino di Sangro

Vittima:
Luisa Ciarelli
Killer:
Domenico Giannichi
Località:
Torino di Sangro
Data:
29 novembre 2019
La parte alta della facciata della Chiesa di San Salvatore a Torino di Sangro dove si sono svolti i funerali di Luisa Ciarelli
La parte alta della facciata della Chiesa di San Salvatore a Torino di Sangro dove si sono svolti i funerali di Luisa Ciarelli
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
La parte alta della facciata della Chiesa di San Salvatore a Torino di Sangro dove si sono svolti i funerali di Luisa Ciarelli
La parte alta della facciata della Chiesa di San Salvatore a Torino di Sangro dove si sono svolti i funerali di Luisa Ciarelli

Luisa Ciarelli, 65 anni, è stata uccisa dal marito Domenico Giannichi, 68 anni, la mattina del 29 novembre 2019 a Torino di Sangro in provincia di Chieti.

Il delitto è avvenuto in campagna, a poche centinaia di metri dall'abitazione della coppia. L'uomo, durante un'uscita con la moglie, avrebbe avuto un violento litigio nel corso del quale ha aggredito la donna, prima a calci e pugni, poi con pietre o bastonate alla testa, stroncandole la vita.‍[1][2] Successivamente ha abbandonato il cadavere in una scarpata ed è tornato a casa per telefonare ai parenti e confessare il delitto. Giannichi è stato fermato dai carabinieri giunti sul posto. In seguito è stato trasportato in ospedale, in stato confusionale, per curare le ferite subite durante la colluttazione.‍[3]

Il 2 dicembre nell'udienza di convalida del fermo, di fronte al giudice per le indagini preliminari, il sessantottenne si è assunto le proprie responsabilità confermando che fra lui e la moglie era avvenuta una lite, ma essendo ancora in stato confusionale non ricordava interamente la dinamica della vicenda.‍[4] L'avvocato dell'uomo ha aggiunto che il suo assistito, nei giorni precedenti al delitto, avrebbe avuto problemi di natura psichica, probabilmente sorti in seguito alla scoperta di un problema di salute. Per questo motivo potrebbe essere valutata l'ipostesi di effettuare una perizia psichiatrica.‍[5]

Note

  1. ^ Donna di 65 anni uccisa dal marito a Torino di Sangro. zonalocale. Archiviato dall'originale. Consultato il 29 novembre 2019.
  2. ^ Omicidio Torino di Sangro. La lite tra coniugi per chi doveva guidare. Sequestrati abiti insanguinati. Abruzzo Live TV. Archiviato dall'originale. Consultato il 2 dicembre 2019.
  3. ^ Luisa, colpita ripetutamente e uccisa mentre scappava dal marito. ChietiToday. Archiviato dall'originale. Consultato il 29 novembre 2019.
  4. ^ Vasto: Omicidio Ciarelli: "Domenico non ricorda perfettamente cosa sia accaduto". Vastoweb.com. Archiviato dall'originale. Consultato il 2 dicembre 2019.
  5. ^ Omicidio di Torino di Sangro, Giannichi "ha riferito ciò che riesce a ricordare di quella mattina". zonalocale. Archiviato dall'originale. Consultato il 2 dicembre 2019.
FemminicidioItalia.info utilizza cookie analitici e di profilazione. Puoi consultare ulteriori informazioni e negare il consenso al loro utilizzo accedendo all'informativa estesa presente alla pagina cookie policy. Cliccando su OK o continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.