Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Il femminicidio di Nina Schyschiyanova Kotlyarenko a Castello di Cisterna

Vittima:
Nina Schyschiyanova Kotlyarenko
Presunto killer:
Nunzio Fornaro
Località:
Castello di Cisterna
Data:
2 ottobre 2019
Foto dell'Abbazia di San Nicola a Castello di Cisterla in provincia di Napoli

Foto dell'Abbazia di San Nicola a Castello di Cisterla in provincia di Napoli (licenza CC BY-SA 4.0)

Voce su Nina Schyschiyanova Kotlyarenko

Nina Schyschiyanova Kotlyarenko e Nunzio Fornaro, entrambi di 57 anni, sono stati trovati morti nel pomeriggio del 2 ottobre 2019 in un appartamento di via Passariello al confine tra Pomigliano d'Arco e Castello di Cisterna in provincia di Napoli. La scoperta è avvenuta in seguito alla segnalazione dei vicini che non avevano notizie della coppia dal giorno precedente. I militari giunti sul posto hanno dovuto fare irruzione in casa per rinvenire i corpi dell'uomo, commerciante di materiali edilizi, e la compagna di origini ucraine riversi senza vita sul letto.

I due convivevano insieme dal 2003 e non avevano figli. Secondo le prime ricostruzioni, Fornaro avrebbe sparato alla donna per poi suicidarsi. Sconosciuto il movente.‍‍[1]‍‍[2]

Note

  1. Pomigliano: delitto passionale rinvenuti i cadaveri di due conviventi. il Gazzettino vesuviano. Archiviato dall'originale. Consultato il 3 ottobre 2019.
  2. L'ipotesi più accreditata: gelosia dietro l'omicidio-suicidio di Nina e Nunzio, a Cisterna. Ma s'indaga a fondo. Il Mediano. Archiviato dall'originale. Consultato il 3 ottobre 2019.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.