Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Il femminicidio di Mariana Tudor Szekeres a Salerno

Vittima:
Mariana Tudor Szekeres
Presunto killer:
Carmine Ferrante
Località:
Salerno
Data:
15 maggio 2016
Uno scorcio panoramico dall'alto di Salerno e il golfo omonimo

Uno scorcio panoramico dall'alto di Salerno e il golfo omonimo (di Sabrina Campagna, licenza CC BY 2.0)

Voce su Mariana Tudor Szekeres

Uno scorcio panoramico dall'alto di Salerno e il golfo omonimo

Uno scorcio panoramico dall'alto di Salerno e il golfo omonimo (di Sabrina Campagna, licenza CC BY 2.0)

Mariana Tudor Szekeres, 19 anni, era una ragazza di origini romene scomparsa da Salerno nella notte tra il 30 aprile e il 1º maggio 2016.

I resti del suo cadavere, in avanzato stato di decomposizione, furono trovati il successivo 15 maggio nei pressi di un terreno incolto, tra via San Leonardo e via Dei Carrari, nella zona industriale del capoluogo salernitano. La vittima, arrivata da pochi mesi in Italia insieme al marito, sarebbe stata indotta a lavorare come prostituta.‍‍[1]‍‍[2]

Secondo le ricostruzioni degli investigatori, la notte della scomparsa la diciannovenne avrebbe avuto un incontro in strada con Carmine Ferrante, muratore di 36 anni, sposato e padre di tre figli, originario di Dragonea, frazione di Vietri sul Mare (Salerno).

L'uomo entrò nel mirino degli inquirenti diversi mesi dopo il delitto, ma fu formalmente iscritto nel registro degli indagati nell'inchiesta sulla morte della giovane nel corso del 2017. Il tutto mentre era già indiziato per l'omicidio di un'altra donna.‍‍[3]‍‍[4]

L'autopsia aveva ricondotto il decesso della diciannovenne a uno strangolamento. Gli esami della scientifica rilevarono sui resti del cadavere alcune tracce di liquido seminale compatibili con il DNA del trentaseienne.‍‍[5]‍‍[6] I dati estrapolati dai tabulati telefonici consentirono di ricostruire i movimenti dell'uomo durante la notte del delitto, collocandolo nei pressi della scena del crimine. Diversi contatti telefonici fra lui e la giovane provarono che i due si conoscevano e si sarebbero già frequentati in passato.‍‍[7]

Quando fu raggiunto dall'ordinanza cautelare, Ferrante si trovava già in carcere, accusato dell'omicidio di Nikolova Temenuzhka, prostituta di 37 anni, originaria della Bulgaria, il cui cadavere era stato ritrovato a Pagani (Salerno) nell'agosto del 2016. Per quella vicenda il trentaseienne fu riconosciuto responsabile della morte della donna e condannato in via definitiva a 20 anni di reclusione.‍[8]

La chiusura delle indagini per l'omicidio di Mariana Szekeres avvenne nel 2019, tre anni dopo il delitto. Ferrante fu rinvio a giudizio in rito abbreviato. Nel gennaio del 2020 venne condannato in primo grado a 18 anni di reclusione.‍‍[9]‍‍[10] Il successivo mese di ottobre la Corte d'Appello aveva confermato la condanna, riducendo però la pena a 17 anni.‍‍[11]‍‍[12]

Note

  1. Salerno, nuda e strangolata, incubo serial killer. La Città di Salerno. Archiviato dall'originale.
  2. Prostituta uccisa a Salerno, l'ombra del racket. La Città di Salerno. Archiviato dall'originale.
  3. Un indagato per la morte di Mariana. La Città di Salerno. Archiviato dall'originale.
  4. Morte di Mariana, c'è un indagato.Dalle attività investigative sono emerse convergenze sulla figura di Carmine Ferrante già accusato dell'omicidio di una lucciola. Cronache Salerno. Archiviato dall'originale.
  5. L'omicidio di Mariana: la svolta dal Dna. La Città di Salerno. Archiviato dall'originale.
  6. Il suo Dna sugli orecchini di Nikolova: condanna bis per il muratore di Vietri sul Mare. aSalerno.it. Archiviato dall'originale.
  7. Assassino seriale delle prostitute a Salerno: Ferrante incastrato dal Dna e dalle telecamere. Cronache della Campania. Archiviato dall'originale.
  8. Condannato il killer delle prostitute: resterà in carcere vent'anni. Il Mattino.it. Archiviato dall'originale.
  9. Il muratore serial killer delle prostitute, condanna bis: "Ha ucciso anche Mariana". Il Mattino.it. Archiviato dall'originale.
  10. Killer incastrato dalle tracce biologiche. La Città di Salerno. Archiviato dall'originale.
  11. Salerno, condanna bis per il killer delle prostitute. L'Occhio di Salerno. Archiviato dall'originale.
  12. L'omicidio di Mariana. Ora si indaga sul marito: istigazione alla prostituzione. Il Mattino.it. Archiviato dall'originale.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.