Lana (Bolzano). Omicidio Maria Waschgler alla Rsa Lorenzerhof. Concessi i domiciliari nel reparto di psichiatria per Karl Engelmayr.

Immagine della notizia (Miniatura di Böhringer Friedrich su de.wikipedia.org, licenza CC BY-SA 2.5)

L'autopsia eseguita sul cadavere di Maria Waschgler, la donna di 78 anni che domenica pomeriggio era stata uccisa a coltellate dal suo compagno Karl Engelmayr, 87 anni, ha evidenziato la presenza di quattro ferite d'arma da taglio.

Il delitto era avvenuto nel parco della casa di riposo Lorenzerhof di Lana (Bolzano), dove la donna viveva da alcuni mesi. Ieri si è anche svolta l'udienza di convalida dell'arresto dell'indiziato, che si trova attualmente ricoverato in psichiatria.

Il giudice per le indagini preliminari ha convalidato l'arresto e ha concesso gli arresti domiciliari. Per ora l'87enne resterà ai domiciliari in psichiatria, fino a quando i medici che lo hanno in cura lo dimetteranno.

Gli avvocati difensori non escludono che una presunta grave malattia della vittima possa essere legata al possibile movente. Engelmayr si è comunque finora avvalso della facoltà di non rispondere e non ha ancora spiegato il motivo del gesto.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.