Visualizza menu Visualizza campo di ricerca
Visualizza menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia precedente

Il femminicidio di Anna Carusone a Bellona

Vittima:
Anna Carusone
Killer:
Davide Mango
Località:
Bellona
Data:
22 gennaio 2018
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+

Anna Carusone, 45 anni, è stata uccisa da suo marito Davide Mango, 48 anni, il 22 gennaio 2018 a Bellona in provincia di Caserta.

L'uomo, ex guardia giurata, in preda a un raptus di follia durante il pomeriggio ha raggiunto un bar a pochi passi dalla sua abitazione e ha cominciato a sparare con un fucile. Ha ferito due persone: il barista e una signora di passaggio. Successivamente è salito nell'appartamento della palazzina dove risiedeva e ha assassinato sua moglie. Barricato in casa, è uscito sul balcone e ha iniziato a sparare all'impazzata. Le forze dell'ordine, avvertite dell'accaduto, hanno fatto sgomberare la zona antistante l'edificio.

I militari schierati di fronte all'abitazione hanno tentato di comunicare col quarantottenne, ma l'omicida è rimasto chiuso in casa per molte ore sparando dal balcone e gettando diversi oggetti giù in strada. Tutto è finito in serata, intorno alle 21, quando si è udito un ultimo sparo all'interno dell'appartamento. Gli agenti hanno fatto irruzione trovando l'uomo gravemente ferito. Si era sparato in testa ed è morto poco dopo. Nel bilancio finale, oltre a uccidere sua moglie, Mango ha ferito altre cinque persone.‍[1]

Note

  1. ^ Uccide la moglie e si barrica in casa per ore, poi si suicida con un colpo alla testa: follia nel casertano. Il Mattino. Archiviato dall'originale.
FemminicidioItalia.info utilizza cookie analitici e di profilazione. Puoi consultare ulteriori informazioni e negare il consenso al loro utilizzo accedendo all'informativa estesa presente alla pagina cookie policy. Cliccando su OK o continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.