Menu Ricerca voce
Menu
Oggi è la Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza contro le Donne.

È una ricorrenza importante che, nell'obiettivo di eliminare qualsiasi forma di violenza nella piena affermazione dei diritti di tutti gli esseri umani, pone una marcata attenzione sul fenomeno della violenza contro le donne.

È stata ufficialmente istituita dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 17 dicembre 1999 con la risoluzione 54/134 che richiamava i principi espressi nella risoluzione 48/104 del 23 dicembre 1993 sull'eliminazione della violenza contro le donne.

Il suddetto documento riconosce che la violenza contro le donne rappresenta, storicamente, la manifestazione della disuguaglianza tra i generi che ha portato nel tempo gli uomini alla dominazione e alla discriminazione nei confronti delle donne. Fenomeni che hanno ostacolato l'avanzamento delle donne nella società, spesso ponendole in posizioni di subordinazione.

Per questi motivi l'Assemblea ha ritenuto urgente il bisogno di istituire una giornata per ricordare che la violenza perpetrata sulle donne costituisce un ostacolo all'uguaglianza, la sicurezza, la libertà, l'integrità e la dignità di tutti gli esseri umani.

È stato scelto quel giorno per commemorare le "Sorelle Mirabal", tre donne uccise il 25 novembre del 1960 nella Repubblica Dominicana per essersi opposte alla dittatura di Rafael Trujillo, presidente che aveva governato il paese centroamericano dal 1930 al 1961.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Il femminicidio di Luana Rainone a Poggiomarino

Vittima:
Luana Rainone
Killer:
Nicola Del Sorbo
Località:
Poggiomarino
Data:
4 settembre 2020
Foto della Chiesa di Maria SS. della Consolazione a San Valentino Torio dove si sono svolti i funerali di Luana Rainone
Foto della Chiesa di Maria SS. della Consolazione a San Valentino Torio dove si sono svolti i funerali di Luana Rainone

Il corpo senza vita di Luana Rainone, 31 anni, è stato ritrovato la mattina del 4 settembre 2020 nelle campagne di Poggiomarino in provincia di Napoli. La donna, sposata e madre di una bambina, era scomparsa dal precedente 23 luglio da San Valentino Torio, comune in cui risiedeva in provincia di Salerno.‍[1][2]

Foto di Poggiomarino, comune in provincia di Napoli
Foto di Poggiomarino, comune in provincia di Napoli (di PietroFinaldi, licenza CC BY-SA 3.0)

La trentunenne, originaria di Sarno (Salerno), era uscita durante il pomeriggio senza fare più ritorno a casa. A segnalarne la sparizione è stata la famiglia che, dopo aver presentato la denuncia, ha permesso ai carabinieri delle sezioni locali, coordinati dalla procura di Nocera Inferiore, di avviare le indagini e le ricerche.

Nelle settimane successive il lavoro degli investigatori si è concentrato su un conoscente della donna, Nicola Del Sorbo, sospettato di essere coinvolto nella scomparsa della stessa. L'uomo, già ascoltato dai militari, aveva reso versioni contraddittorie a fronte di una serie di elementi, tra cui video e tabulati telefonici, che avevano confermato come lui fosse stato in contatto con la trentunenne il giorno della scomparsa Nell'interrogatorio effettuato durante la notte tra il 3 e il 4 settembre 2020, l'indiziato, messo alle strette dinanzi alle evidenze raccolte dagli inquirenti, è crollato e ha confessato il delitto, conducendo la mattina seguente i carabinieri sul luogo dove aveva occultato il cadavere.

Il corpo della vittima, in avanzato stato di decomposizione è stato rinvenuto, avvolto in coperte e sacchi, in fondo a un pozzo sul retro di un casolare di proprietà della famiglia del trentaquattrenne situato in un terreno della periferia di Poggiomarino al confine con il comune di San Valentino Torio.‍[3][4]

Foto della Chiesa di Maria SS. della Consolazione a San Valentino Torio dove si sono svolti i funerali di Luana Rainone
Foto della Chiesa di Maria SS. della Consolazione a San Valentino Torio dove si sono svolti i funerali di Luana Rainone

Del Sorbo, originario di Angri (Salerno), era pregiudicato e aveva ricevuto due condanne per violenza privata, una delle quali per aver picchiato la suocera con l'intento di estorcerle denaro per l'acquisto di droga. L'uomo era separato e padre di sette figli: quattro avuti dalla precedente relazione con l'ex moglie, tre con l'ultima compagna che era stata allontanata dai servizi sociali e trasferita in una casa famiglia insieme ai bambini a causa delle condizioni di degrado e povertà in cui erano costretti a vivere.

Il trentaquattrenne aveva ammesso ai carabinieri che lui e Luana intrattenevano una relazione extraconiugale. Si erano incontrati il precedente 23 luglio, ma durante l'appuntamento avrebbero avuto una violenta discussione degenerata in tragedia. Lei lo avrebbe pressato affinché lasciasse la compagna. Lui, alterato da sostanze stupefacenti, avrebbe perso la testa in modo da accoltellare la trentunenne con un fendente alla gola. Dopodiché ha gettato il cadavere nel pozzo.‍[5][6]

In seguito al fermo emesso dalla procura di Nocera Inferiore, il trentaquattrenne è stato condotto in carcere con le accuse di omicidio volontario e soppressione di cadavere.‍[7][8] Nell'interrogatorio di garanzia svolto il 7 settembre di fronte al giudice per le indagini preliminari, Del Sorbo ha ribadito la propria confessione sostenendo di aver compiuto un gesto d'impeto, senza l'intenzione di uccidere. L'uomo, dopo aver sferrato il colpo mortale, avrebbe provato a tamponare la ferita, senza chiamare i soccorsi, non riuscendo a evitare il decesso.‍[9] Il giudice ha convalidato il fermo disponendo la permanenza in carcere nei confronti dell'indiziato. Dato che il delitto è avvenuto a Poggiomarino, nelle settimane successive il fascicolo dell'indagine è stato trasferito, per competenza territoriale, alla procura di Torre Annunziata.‍[10][11]

Note

  1. San Valentino Torio, scompare nel nulla: paura per Luana Rainone. La Citta di Salerno. Archiviato dall'originale. Consultato il 4 settembre 2020.
  2. Il "giallo" di Luana: via da casa per scelta. La Citta di Salerno. Archiviato dall'originale. Consultato il 4 settembre 2020.
  3. Luana accoltellata e gettata nel pozzo in provincia di Napoli: fermato un 34enne. Il Mattino.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 4 settembre 2020.
  4. Luana Rainone trovata morta in un pozzo, fermato un 34enne: ipotesi omicidio passionale. Salerno Today. Archiviato dall'originale. Consultato il 4 settembre 2020.
  5. Omicidio di Luana Rainone, 34enne confessa. Il legale: "Lei lo pressava, voleva lasciasse compagna e figli". Leggo.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 5 settembre 2020.
  6. San Valentino Torio - Sarno. Omicidio Luana Rainone: lunedì i funerali. Punto Agro News. Archiviato dall'originale. Consultato il 6 settembre 2020.
  7. Poggiomarino, Luana Rainone trovata morta in un pozzo: è stata accoltellata. la Repubblica. Archiviato dall'originale. Consultato il 4 settembre 2020.
  8. "Voleva lasciasse moglie e figli, così lui ha perso la testa": parla l'avvocato dell'indagato per la morte di Luana. SalernoToday. Archiviato dall'originale. Consultato il 5 settembre 2020.
  9. Sesso, droga e poi la morte: così Luana è stata uccisa dall'amante. Il Mattino.it. Archiviato dall'originale. Consultato l'8 settembre 2020.
  10. Uccisa con una coltellata, l'omicida di Luana Rainone resta in carcere: "Delitto efferato". SalernoToday. Archiviato dall'originale. Consultato l'8 settembre 2020.
  11. Omicidio Luana. L'amante assassino ha incontrato il marito della donna. Thewam. Archiviato dall'originale. Consultato l'8 settembre 2020.
FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.