Il femminicidio di Valentina Di Mauro a Cadorago

Vittima:
Valentina Di Mauro
Presunto killer:
Marco Campanaro
Località:
Cadorago
Data:
25 luglio 2022
La Chiesa di San Carlo Borromeo a Varese dove sono stati celebrati i funerali di Valentina Di Mauro

La Chiesa di San Carlo Borromeo a Varese dove sono stati celebrati i funerali di Valentina Di Mauro (su concessione di BeWeB - Beni Culturali Ecclesiastici in Web)

Voce su Valentina Di Mauro

Valentina Di Mauro, 33 anni, fu uccisa nel corso della mattinata del 25 luglio 2022 all'interno dell'abitazione in cui risiedeva a Cadorago, comune in provincia di Como.‍[1]

Uno scorcio di Piazza Sant'Evasio a Bizzozero, rione di Varese da cui era originaria Valentina Di Mauro

Uno scorcio di Piazza Sant'Evasio a Bizzozero, rione di Varese da cui era originaria Valentina Di Mauro (di Phyrexian, licenza CC BY-SA 4.0)

Ad allertare i soccorsi all'alba furono i vicini di casa, svegliati dalle forti urla provenienti dall'appartamento dove la vittima conviveva insieme al compagno, Marco Campanaro, 37 anni. Di Mauro era originaria di Bizzozero, un rione della città di Varese,‍[2] ma nel 2020 si era trasferita nel Comasco per stare accanto al fidanzato, originario di Senago (Milano). La loro relazione andava avanti da più di due anni.

I Carabinieri giunti sul posto rinvennero il corpo senza vita della trentatreenne che presentava diverse ferite d'arma da taglio. I sanitari accorsi nell'abitazione non poterono fare altro che constatare il decesso: troppo gravi le lesioni riportate. Nell'appartamento il compagno della vittima fu notato dai militari con le mani e gli indumenti ancora sporchi di sangue. Campanaro fu arrestato in flagranza dai Carabinieri, accusato dell'omicidio della convivente. Dinanzi ai militari non oppose resistenza e si consegnò.‍[3][4]

L'indiziato avrebbe riferito agli inquirenti di essersi alzato all'alba per poi svegliare la compagna e accusarla di averlo tradito.‍[5] Sarebbe così nata una discussione degenerata nell'omicidio. La donna fu violentemente aggredita a coltellate. Furono 58 i fendenti sferrati in diverse parti del corpo. Secondo le ricostruzioni, negli ultimi mesi il trentasettenne avrebbe maturato la convinzione che la compagna lo stesse tradendo.‍[6][7]

Non ci sarebbero stati, in ogni caso, segnali pregressi di maltrattamenti o violenza domestica.‍[8] Campanaro fu condotto in carcere. Nei giorni successivi, nell'interrogatorio di garanzia di fronte al giudice per le indagini preliminari, l'uomo si avvalse della facoltà di non rispondere. Nei suoi confronti fu convalidata la custodia cautelare.‍[9] La Procura dispose successivamente una perizia psichiatrica per valutare lo stato di salute mentale dell'indiziato.‍[10]

La Chiesa di San Carlo Borromeo a Varese dove sono stati celebrati i funerali di Valentina Di Mauro

La Chiesa di San Carlo Borromeo a Varese dove sono stati celebrati i funerali di Valentina Di Mauro (su concessione di BeWeB - Beni Culturali Ecclesiastici in Web)

L'esame stabilì la pericolosità sociale dell'uomo e la sussistenza di un vizio parziale di mente. In particolare, Campanaro soffrirebbe di un disturbo della personalità di tipo misto, con episodi psicotici e paranoidei, che avrebbero influito sulla sua condotta nel momento del delitto.‍[11] Nel gennaio del 2023, dopo la conclusione delle indagini da parte della Procura di Como, l'uomo fu rinviato a giudizio per omicidio volontario aggravato dalla crudeltà.‍[12]

Il Pubblico Magistrato, tenuto conto delle risultanze della perizia psichiatrica, chiese una condanna a 15 anni. Il 17 maggio 2023, però, la Corte d'Assise di Como aveva condannato l'imputato a 22 anni di reclusione.‍[13] La sentenza riconobbe le attenuanti generiche, equiparate alle aggravanti contestate.‍[14][15]

Secondo le motivazioni dei giudici di primo grado, la vittima trovò la morte "dopo gratuite sofferenze", a seguito delle 58 coltellate inferte dal convivente. Campanaro aveva aperto la porta dell'appartamento all'arrivo dei Carabinieri, ma non lo fece quando i vicini andarono a bussare dopo aver sentito le grida della trentatreenne. E probabilmente, se lo avesse fatto, la donna si sarebbe potuta salvare.

Per questo la Corte non ritenne congrua la richiesta di condanna a 15 anni avanzata dal Pubblico Ministero. L'ammontare della pena non fu calcolata al minimo, pur applicando la diminuzione per la parziale infermità di mente stabilita dal perito psichiatrico. Infatti le attenuanti generiche furono ritenute equivalenti e non prevalenti sulle aggravanti, anche a fronte del "corretto comportamento processuale" dell'imputato.‍[16]

L'8 febbraio 2024 la Corte d'Appello di Milano confermò la sentenza di primo grado.‍[17][18]

Note

  1. Omicidio a Cadorago, in arresto il compagno: Valentina uccisa a 33 anni. Prima Como · Archiviato dall'originale. Consultato il 25 luglio 2022.
  2. Cadorago, donna di Varese uccisa dal compagno. La Prealpina · Archiviato dall'originale. Consultato il 26 luglio 2022.
  3. Omicidio Cadorago oggi: Valentina Di Mauro accoltellata all'alba. Fermato il compagno. Il Giorno · Archiviato dall'originale. Consultato il 25 luglio 2022.
  4. Femminicidi, Valentina Di Mauro uccisa a coltellate: arrestato il compagno. I vicini a Cadorago hanno sentito le urla. la Repubblica · Archiviato dall'originale. Consultato il 25 luglio 2022.
  5. Omicidio Cadorago, donna di 33 anni uccisa a coltellate in casa: fermato il compagno. Corriere.it · Archiviato dall'originale. Consultato il 28 luglio 2022.
  6. "Hai un altro, confessa". E la massacra a coltellate. Quotidiano Nazionale · Archiviato dall'originale. Consultato il 27 luglio 2022.
  7. L'ultimo disperato grido di Valentina prima di essere uccisa con dodici coltellate: "Lasciami stare, non farmi male". Varesenoi.it · Archiviato dall'originale. Consultato il 27 luglio 2022.
  8. Valentina Di Mauro uccisa dal compagno, la sorella: "Lui era orfano e lo abbiamo accolto come un fratello". Fanpage · Archiviato dall'originale. Consultato il 18 agosto 2022.
  9. L'omicidio di Valentina, il compagno non risponde al giudice. Ipotesi perizia psichiatrica. EspansioneTv · Archiviato dall'originale. Consultato il 28 luglio 2022.
  10. Uccise la compagna a coltellate. Affidata la perizia psichiatrica per la valutazione di Campanaro. Il Giorno · Archiviato dall'originale. Consultato il 18 ottobre 2022.
  11. Marco Campanaro, uccise la compagna a coltellate. I periti: disturbo della personalità. Il Giorno · Archiviato dall'originale. Consultato il 7 dicembre 2022.
  12. Cadorago, uccise la compagna a coltellate. Giudizio immediato per l'omicida. Il Giorno · Archiviato dall'originale. Consultato il 19 gennaio 2023.
  13. Condannato per il femminicidio. Il padre di Valentina: "Non odio". Il Giorno · Archiviato dall'originale. Consultato il 18 maggio 2023.
  14. Marco Campanaro condannato a 22 anni per l'omicidio della varesina Valentina di Mauro. Varese News · Archiviato dall'originale. Consultato il 17 maggio 2023.
  15. L'omicidio di Valentina Di Mauro, il compagno condannato a 22 anni. EspansioneTv · Archiviato dall'originale. Consultato il 17 maggio 2023.
  16. Cadorago, Valentina assassinata da Marco con 58 coltellate: "Lei lo ha amato fino all'ultimo". Il Giorno · Archiviato dall'originale. Consultato il 16 agosto 2023.
  17. Uccise Valentina Di Mauro: confermata la condanna a 22 anni per Campanaro. Varesenoi.it · Archiviato dall'originale. Consultato l'8 febbraio 2024.
  18. Uccise con 56 coltellate Valentina Di Mauro: confermata la condanna a 22 anni. MALPENSA24 · Archiviato dall'originale. Consultato l'8 febbraio 2024.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.