Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Il femminicidio di Jessica Filianti a Reggio Emilia

Vittima:
Jessica Filianti
Killer:
Luca Ferrari
Località:
Reggio Emilia
Data:
14 marzo 1996

Voce su Jessica Filianti

Jessica Filianti, 17 anni, perse la vita il 14 marzo 1996 all'ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia.‍[1] Nelle ore precedenti, a Sant'Ilario d'Enza, l'ex fidanzato Luca Ferrari, 20 anni, aveva visto la ragazza uscire dall'istituto scolastico Ipsia Galvani mentre saliva sull'auto di un altro giovane coetaneo.

Il ventenne seguì in macchina i due fin quando, all'arrivo a Reggio Emilia, le vetture accostarono in via Buozzi. Sceso dall'abitacolo, Ferrari si scagliò sulla vittima colpendola con circa 43 coltellate, imprimendo una furia tale da spezzare anche la lama. Venne aggredito anche l'altro ragazzo in compagnia di Jessica, che però subì ferite meno gravi e riuscì a sopravvivere.

La diciassettenne invece, trasportata al pronto soccorso, perse la vita a causa delle numerose e gravi lesioni. Ferrari rimase sul posto e attese l'arrivo delle forze dell'ordine, poi si costituì.‍[2][3] Nel 1997 fu condannato all'ergastolo dalla Corte d'Assise di Reggio Emilia. L'anno successivo la Corte d'Appello di Bologna gli ridusse, in via definitiva, la pena a 23 anni.‍[4][5]

Note

  1. Uccisa dell'ex fidanzato a 17 anni. la Repubblica. Archiviato dall'originale.
  2. Jessica Filianti uccisa 25 anni fa: il ricordo della mamma. Reggionline. Archiviato dall'originale.
  3. "Luca non ha mai chiesto perdono". Gazzetta di Reggio. Archiviato dall'originale.
  4. Dodici anni in cella e mai un euro versato. Gazzetta di Reggio. Archiviato dall'originale.
  5. Luca Ferrari è libero e vive a Parma: nel 1996 uccise la fidanzata. ParmaToday. Archiviato dall'originale.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.