Il femminicidio di Francesca Martino a Campobasso

Vittima:
Francesca Martino
Killer:
Michele Sepede
Località:
Campobasso
Data:
10 settembre 2002

Trovata morta a 54 anni all'interno della tipografia di famiglia di cui era titolare a Campobasso. Gestiva quell'esercizio commerciale insieme alla figlia Antonella e il genero Michele Sepede, 35 anni. La vittima si era recata nel locale nel primo pomeriggio per sostituire il 35enne, dopodiché, nelle ore successive, arrivò una segnalazione telefonica anonima al pronto intervento medico riferendo di un cadavere sul posto. Il corpo senza vita presentava una lesione d'arma da taglio alla gola.

Alcuni giorni dopo fu iscritto nel registro degli indagati proprio il genero Sepede. Durante un lungo interrogatorio, l'uomo non confessò il delitto, ma raccontò che la morte della suocera era simile a quella del papà Emilio, deceduto in condizioni analoghe nel 2000 a Busso (Campobasso) e il cui caso fu archiviato come morte accidentale. Gli inquirenti vollero andare a fondo e riesumarono la salma del padre dell'indagato, raccogliendo nuovi elementi che li portarono ad accusare il trentacinquenne come responsabile sia della morte della Martino che del signor Emilio.

Sepede fu rinviato a giudizio e considerato l'autore di entrambi gli omicidi. Fu condannato in primo grado a 30 anni di reclusione, Sentenza poi inasprita nel 2007 in Appello con l'ergastolo. Secondo i giudici, il movente del gesto era da ricercare nelle condizioni economiche sfavorevoli nelle quale l'imputato versava e di cui non voleva tenere al corrente la moglie.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.