Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Il femminicidio di Gloria Pompili a Prossedi

Vittima:
Gloria Pompili
Killer:
Loide Del Prete e Saad Mohamed Elesh Salem
Località:
Prossedi
Data:
23 agosto 2017
Foto della Fontana Livio de Carolis in Piazza Madonna della Neve a Frosinone, città di origine di Gloria Pompili
Foto della Fontana Livio de Carolis in Piazza Madonna della Neve a Frosinone, città di origine di Gloria Pompili (di Syd00, licenza CC BY-SA 3.0)
Uno scorcio dall'alto di Prossedi in provincia di Latina
Uno scorcio dall'alto di Prossedi in provincia di Latina (di CRoberto68, licenza CC BY-SA 3.0)

Gloria Pompili è morta all'età di 23 anni la sera del 23 agosto 2017. La ragazza, originaria di Frosinone, è stata vittima di maltrattamenti in famiglia per un lungo periodo della propria vita e costretta a prostituirsi dopo essere caduta in una rete di criminalità e degrado gestita da alcuni suoi parenti.‍[1][2]

Il decesso è avvenuto in seguito a un malore quando la giovane si trovava in macchina, lungo la strada Monti Lepini di passaggio per Prossedi (Latina), insieme ai suoi due figli di 3 e 5 anni, e due familiari che frequentemente la accompagnavano per svolgere l'attività di prostituzione nelle zone tra Anzio e Nettuno (Roma).

L'inchiesta aperta dalla Procura per fare luce sull'accaduto ha accertato che la morte della vittima è avvenuta in seguito a un violento pestaggio, messo in atto perché la ventitreenne quella sera aveva osato ribellarsi ai propri aguzzini. Secondo l'autopsia, la brutale aggressione aveva causato la rottura dell'undicesima vertebra e una lesione acuta alla milza, provocando una grave emorragia interna.‍[3][4]

Foto della Fontana Livio de Carolis in Piazza Madonna della Neve a Frosinone, città di origine di Gloria Pompili
Foto della Fontana Livio de Carolis in Piazza Madonna della Neve a Frosinone, città di origine di Gloria Pompili (di Syd00, licenza CC BY-SA 3.0)

Nell'ottobre del 2019, al termine del processo di primo grado, la Corte d'Assise di Latina ha condannato a 24 anni di reclusione ciascuno la zia della giovane, Loide Del Prete, 39 anni, e il marito di quest'ultima, Saad Mohamed Elesh Salem, 23 anni, di origine nordafricana. Entrambi sono stati riconosciuti responsabili del pestaggio in seguito al quale la vittima ha perso la vita, nonché della condizione di schiavitù imposta alla ventitreenne. Coinvolto nel procedimento penale anche il marito della ragazza che però è stato assolto con formula piena.‍[5][6]

Gloria Pompili sin dai primi anni di vita era affetta da un lieve problema mentale che la rendeva bisognosa di attenzioni. Tale fragilità aveva facilitato i suoi aguzzini nell'approfittarsi di lei, costringendola a prostituirsi. L'attività il più delle volte avveniva in casa e, in alcune occasioni, i suoi figli venivano appesi ad una cesta sul balcone per evitare che assistessero a ciò che avveniva all'interno dell'abitazione.

Le motivazioni della sentenza di condanna hanno anche sottolineato la superficialità con cui i servizi sociali hanno agito riguardo alla vicenda, nonostante siano stati avvertiti più volte del contesto di degrado in cui versava la giovane.‍[7] Nel novembre del 2020 la Corte d'Appello di Roma ha confermato le condanne ai due imputati, riducendo però a entrambi la pena a 20 anni di reclusione.‍[8]

Note

  1. Gloria Pompili non voleva prostituirsi, l'omicidio scoperto grazie ai racconti del figlio di 5 anni. Corriere.it. Archiviato dall'originale.
  2. Quello che non sappiamo di te, massacrata a 23 anni dai parenti sfruttatori. Globalist. Archiviato dall'originale.
  3. Processo Pompili, il medico legale: "Gloria è morta a causa della frattura dell'undicesima vertebra". FrosinoneToday. Archiviato dall'originale.
  4. Processo Gloria Pompili, la morte causata da una lesione acuta alla milza. LatinaQuotidiano.it. Archiviato dall'originale.
  5. Frosinone, costretta a prostituirsi e uccisa a botte davanti ai figli: 24 anni di carcere ai suoi due aguzzini. la Repubblica. Archiviato dall'originale.
  6. Omicidio Gloria Pompili: condannati la zia e il marito. Assolto il marito. Latina TU. Archiviato dall'originale.
  7. Madre costretta a prostituirsi e i bimbi appesi al balcone con un cesto. CiociariaOggi.it. Archiviato dall'originale.
  8. Condannati per l'omicidio di Gloria Pompili. Latinaoggi.eu. Archiviato dall'originale.
FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.