Il femminicidio di Antonella Lettieri a Cirò Marina

Vittima:
Antonella Lettieri
Killer:
Salvatore Fuscaldo
Località:
Cirò Marina
Data:
9 marzo 2017

Trovata morta a 42 anni la mattina del 9 marzo 2017 all'interno della sua abitazione di Cirò Marina in provincia di Crotone. A scoprire il cadavere è stato il fratello della vittima, recatosi sul posto preoccupato perché la donna non si era presentata al lavoro.

Il successivo 16 marzo è stato fermato Salvatore Fuscaldo, 50 anni, considerato il responsabile del delitto. La procura aveva reperito gravi indizi di colpevolezza, tra cui i risultati della scientifica che aveva rilevato su alcuni suoi vestiti e nella sua auto tracce di sangue della quarantaduenne. L'uomo inizialmente aveva respinto le accuse, ma nei suoi confronti era stato comunque convalidato il fermo. Poi in seguito alla conferma della custodia cautelare da parte del Tribunale del Riesame, il cinquantenne in carcere ha confessato l'omicidio sostenendo di aver avuto una relazione extraconiugale con la vittima da circa 7 anni e di averla uccisa perché ricattato da lei. La signora Lettieri è stata aggredita mortalmente la sera precedente al ritrovamento, l'8 marzo, con 12 coltellate e 20 colpi alla testa inflitti con un tubo d'acciaio.

Al termine del processo svolto in rito abbreviato, Fuscaldo è stato condannato in primo grado a 30 anni di reclusione per omicidio volontario aggravato dalla premeditazione e dalla crudeltà. Verdetto confermato in Appello, ma annullato in Cassazione nella parte relativa alle aggravanti. Disposto un nuovo processo di secondo grado, la sentenza d'Appello bis ha riconfermato i 30 anni di pena con tutte le aggravanti contestate in primo grado.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.