Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Il femminicidio di Noemi Durini a Castrignano del Capo

Vittima:
Noemi Durini
Killer:
Lucio Marzo
Località:
Castrignano del Capo
Data:
13 settembre 2017
Foto della Chiesa della Presentazione della Beata Vergine Maria a Specchia (Lecce) dove sono stati celebrati i funerali di Noemi Durini
Foto della Chiesa della Presentazione della Beata Vergine Maria a Specchia (Lecce) dove sono stati celebrati i funerali di Noemi Durini (di Lupiae, licenza CC BY-SA 3.0)

Noemi Durini, 16 anni, scomparve il 3 settembre 2017 da Specchia, comune dove risiedeva in provincia di Lecce.‍[1] La denuncia di sparizione presentata dai familiari fece scattare le indagini che misero sotto torchio il fidanzato della ragazza, Lucio Marzo, 17 anni. Dopo una decina di giorni, il 13 settembre 2017, il giovane confessò l'omicidio conducendo gli inquirenti sul luogo in cui fu occultato il cadavere.‍[2][3]

Foto della Chiesa della Presentazione della Beata Vergine Maria a Specchia (Lecce) dove sono stati celebrati i funerali di Noemi Durini
Foto della Chiesa della Presentazione della Beata Vergine Maria a Specchia (Lecce) dove sono stati celebrati i funerali di Noemi Durini (di Lupiae, licenza CC BY-SA 3.0)

Il corpo fu ritrovato sotto un cumulo di pietre a Castrignano del Capo (Lecce), in località San Giuseppe. Il diciassettenne, originario di Montesardo di Alessano, raccontò di averla colpita con una pietra per poi seppellirla.‍[4] L'autopsia rilevò che la vittima fu prima picchiata e poi accoltellata, dopodiché fu seppellita mentre era ancora viva. Il decesso fu attribuito a un'insufficienza respiratoria conseguente ad asfissia.‍[5]

Interrogato dal giudice per le indagini preliminari, Marzo sostenne di essere stato pressato dalla compagna affinché lui uccidesse i propri genitori che si opponevano alla loro relazione. Nel rifiutare le richieste della ragazza, il diciassettenne avrebbe perso la testa, aggredendola violentemente fino a toglierle la vita.‍[6]

In seguito il giovane ritrattò la propria versione accusando dell'omicidio un meccanico di Patù (Lecce), Fausto Nicolì, 49 anni. Costui fu iscritto nel registro degli indagati, ma nel corso dell'inchiesta non vennero rilevati riscontri concreti riguardo il suo coinvolgimento e la sua posizione fu stralciata.‍[7][8]

La Procura per i minorenni di Lecce ritenne il ragazzo l'unico responsabile del delitto ottenendo il rinvio a giudizio per omicidio volontario aggravato dalla premeditazione, dalla crudeltà e dai motivi abietti e futili. Sottoposto a perizia psichiatrica, era stato valutato capace di intendere e di volere nel momento dell'aggressione mortale alla vittima. Nell'ottobre del 2018, al termine del processo in rito abbreviato, è stato condannato a 18 anni di reclusione.‍[9][10] Sentenza confermata in Appello nel giugno del 2019 e divenuta definitiva.‍[11][12]

Note

  1. Lecce, allarme per una 16enne scomparsa: "Sparita da 7 giorni senza lasciare traccia". la Repubblica. Archiviato dall'originale. Consultato il 22 dicembre 2020.
  2. Tragica svolta: trovato nelle campagne del Capo il corpo di Noemi. LeccePrima. Archiviato dall'originale. Consultato il 22 dicembre 2020.
  3. Noemi, ritrovato il cadavere della 16enne scomparsa a Lecce. Fidanzato 17enne confessa: "L'ho uccisa". la Repubblica. Archiviato dall'originale. Consultato il 22 dicembre 2020.
  4. Noemi Durini, fidanzato confessa omicidio. Uccisa a colpi di pietra, indagato anche il padre di lui. La madre denunciò il ragazzo per violenze. Il Fatto Quotidiano. Archiviato dall'originale. Consultato il 22 dicembre 2020.
  5. Noemi: autopsia,viva quando fu seppellita. ANSA. Archiviato dall'originale. Consultato il 22 dicembre 2020.
  6. Il fidanzato scarica la colpa su Noemi: "L'ho uccisa perché voleva sterminare la mia famiglia". La Stampa. Archiviato dall'originale. Consultato il 22 dicembre 2020.
  7. Noemi Durini, Lucio ritratta: "Non l'ho uccisa io, è stato il meccanico Fausto". IlSussidiario.net. Archiviato dall'originale. Consultato il 22 dicembre 2020.
  8. Accusò falsamente Fausto Nicolì di aver ucciso Noemi Durini: nuova condanna per Lucio. Corriere Salentino. Archiviato dall'originale. Consultato il 22 dicembre 2020.
  9. Noemi: Lucio Marzo condannato a 18 anni e 8 mesi. La mamma della ragazza: "Nessuna soddisfazione, lei non c'è più". ANSA. Archiviato dall'originale. Consultato il 22 dicembre 2020.
  10. Lucio Marzo condannato a 18 anni: "I 44 minuti dell'omicidio di Noemi Durini". Ecco cosa accadde. Leccenews24. Archiviato dall'originale. Consultato il 22 dicembre 2020.
  11. Omicidio Noemi, le motivazioni dell'Appello. Lucio violento anche in carcere. TeleRama News. Archiviato dall'originale. Consultato il 22 dicembre 2020.
  12. Lucio Marzo rinuncia al ricorso in Cassazione, la condanna per l'omicidio di Noemi diviene definitiva. Leccenews24. Archiviato dall'originale. Consultato il 22 dicembre 2020.
FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.