Lerici (La Spezia). Calci, schiaffi, pugni e minacce di morte. Un 35enne condannato a 2 anni per maltrattamenti alla compagna.

Immagine della notizia (Miniatura di trolvag su Panoramio e Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 3.0)

Dovrà scontare 2 anni di reclusione per maltrattamenti ai danni della compagna. È la condanna inflitta dal gip di La Spezia nei confronti di un uomo di 35 anni, originario della Lombardia, ma dimorante a Lerici.

In seguito alle indagini, condotte dei Carabinieri della stazione di Lerici, è emerso che l'uomo avrebbe picchiato ripetutamente la compagna convivente, in almeno quattro occasioni, con calci, schiaffi e pugni, tanto da lasciarle sul corpo vistosi ematomi.

Come se non bastasse, l'avrebbe anche trascinata per i capelli, arrivando in un'occasione a stringerle le mani intorno al collo nel tentativo di soffocarla. Ad ogni litigio avrebbe minacciato di ucciderla, ingiuriandola con epiteti irripetibili, tanto da costringere la donna a vivere nel costante timore delle sue reazioni.

La pubblica accusa aveva proposto il giudizio immediato mentre la difesa aveva richiesto il rito abbreviato per usufruire dello sconto di un terzo della pena. La vittima non si è costituita parte civile e quindi non le è stata concessa la provvisionale. Anzi, pare che nel frattempo la coppia si sia perfino riconciliata. Gli episodi incriminati risalivano a tre anni fa.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.