Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Brescia. Omicidio Viktorija Vovkotrub: Accoltellata a sepolta in una buca. Chiesto l'ergastolo per l'ex compagno Kadrus Berisa.

Immagine della notizia (Miniatura di Geobia su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 3.0)

Brescia. Omicidio Viktorija Vovkotrub: Accoltellata a sepolta in una buca. Chiesto l'ergastolo per l'ex compagno Kadrus Berisa.

Chiesto l'ergastolo per Kadrus Berisa, il 60enne kosovaro alla sbarra per l'omicidio dell'ex compagna 42enne Viktorija Vovkotrub, uccisa con 14 coltellate nel novembre 2020 e trovata sepolta nell'ex bocciofila di via Divisione Acqui, a Brescia.

Carcere a vita e isolamento diurno per un anno: queste le richieste formulate dal pm Donato Greco nei confronti del 60enne che avrebbe agito al culmine di una lite con la donna, con cui aveva auto una relazione, durante una cena a casa dell'uomo.

Secondo quanto riferito da Berisa in tribunale, lui si sarebbe infuriato perché la ex, che nel frattempo frequentava un altro uomo, stava parlando al telefono con il nuovo compagno. Alla richiesta di chiudere la conversazione, questa la versione dell'imputato, la donna avrebbe afferrato un coltello, puntandoglielo addosso.

Da qual momento il 60enne ricorderebbe soltanto di averla colpita con la stessa lama, quindi il vuoto, dovuto anche alle abbondanti libagioni di quella serata. In seguito Berisa avrebbe avvolto il corpo senza vita della badante in un tappeto e l'avrebbe poi sepolta in una buca, scavata nell'ex bocciofila abbandonata sotto casa sua dove, dopo settimane, fece ritrovare agli inquirenti il cadavere.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.