Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

La Spezia. Indagato un 32enne pregiudicato. Sarebbe collegato ai due omicidi di Sarzana. L'uomo si dice estraneo ai fatti.

Immagine della notizia

La Spezia. Indagato un 32enne pregiudicato. Sarebbe collegato ai due omicidi di Sarzana. L'uomo si dice estraneo ai fatti.

Un artigiano carrarese di 32 anni è sospettato di aver ucciso Nevila Pjetri, la donna di 35 anni trovata morta nel corso della notte tra il 4 e il 5 giugno, lungo il greto del torrente Parmignola a Marinella di Sarzana (La Spezia).

Il 32enne è stato formalmente indagato per omicidio volontario dopo un lungo interrogatorio da parte dei Carabinieri del nucleo investigativo di La Spezia. "Il provvedimento - si legge nella nota ufficiale - è arrivato a conclusione dei riscontri raccolti nel corso delle prime indagini".

L'indiziato ha dei precedenti, infatti è pregiudicato per reati contro il patrimonio, rapina e stupefacenti. Sul suo conto, riferiscono gli inquirenti, sono stati raccolti numerosi gravi indizi. L'uomo però si dichiara completamente estraneo ai fatti.

Intanto, a poco più di 24 ore dall'omicidio della 35enne, è stato rinvenuto un altro cadavere. Si tratta di una una transessuale di 43 anni, all'anagrafe Carlo Bertolotti. Sarebbe stata uccisa con un colpo di arma da fuoco.

Il corpo senza vita è stato ritrovato in località Bozi, a Sarzana, una zona agricola e solcata da piccoli corsi d'acqua, poco distante dal luogo del ritrovamento del cadavere di Nevila. È un'area solitamente frequentata da trans che si prostituiscono.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.