Visualizza menu
Visualizza menu Visualizza campo di ricerca

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia precedente

Il femminicidio di Fortuna Bellisario a Miano di Napoli

Vittima:
Fortuna Bellisario
Killer:
Vincenzo Lopresto
Località:
Miano di Napoli
Data:
7 marzo 2019
Basilica di Santa Maria della Sanità a Napoli dove si sono svolti i funerali di Fortuna Bellisario
Basilica di Santa Maria della Sanità a Napoli dove si sono svolti i funerali di Fortuna Bellisario.
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
Basilica di Santa Maria della Sanità a Napoli dove si sono svolti i funerali di Fortuna Bellisario
Basilica di Santa Maria della Sanità a Napoli dove si sono svolti i funerali di Fortuna Bellisario.

Fortuna Bellisario, 36 anni, è stata uccisa il 7 marzo 2019 da suo marito Vincenzo Lopresto, 41 anni. Il femminicidio è avvenuto in casa nel parco La Quadra del quartiere di Miano a Napoli. È stato lo stesso uomo a chiamare i soccorsi dopo aver constatato le condizioni critiche della consorte. I sanitari giunti sul posto hanno provato a rianimare la vittima, ma non c'è stato nulla da fare. Il triste epilogo sarebbe avvenuto al culmine di una violenta lite. All'arrivo delle forze dell'ordine, Lopresto è stato arrestato.

Fortuna lascia tre figli, tutti minorenni di 7, 10 e 11 anni, che non hanno dovuto assistere ai momenti drammatici della sua morte essendo fuori insieme alla nonna.‍[1][2]

Note

  1. ^ Miano, donna trovata senza vita in casa dopo una lite: si indaga sul marito. Napoli Today. Archiviato dall'originale. Consultato l'11 marzo 2019.
  2. ^ Napoli, picchia la moglie e la uccide, poi chiama il 118: "Non respira più". Repubblica. Archiviato dall'originale. Consultato l'11 marzo 2019.
FemminicidioItalia.info utilizza cookie analitici e di profilazione. Puoi consultare ulteriori informazioni e negare il consenso al loro utilizzo accedendo all'informativa estesa presente alla pagina cookie policy. Cliccando su OK o continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.