Menu Ricerca voce
Menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia precedente

Il femminicidio di Fausta Forcina a Formia

Vittima:
Fausta Forcina
Killer:
Pasqualino Forcina
Località:
Formia
Data:
9 gennaio 2020
Uno scorcio panoramico di Formia scattato in riva al mare
Uno scorcio panoramico di Formia scattato in riva al mare (di trolvag, licenza CC BY-SA 3.0)
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
Uno scorcio panoramico di Formia scattato in riva al mare
Uno scorcio panoramico di Formia scattato in riva al mare (di trolvag, licenza CC BY-SA 3.0)

Fausta Forcina, 67 anni, è stata uccisa a colpi d'arma da fuoco dal cugino Pasqualino Forcina, 64 anni il 9 gennaio 2020 nel condominio dove abitava in Piazza Mattei a Formia, provincia di Latina. Vittima dell'agguato anche il marito della donna, Giuseppe Gionta, 70 anni.‍[1][2] Entrambi i coniugi avevano lavorato come insegnanti all'Istituto Comprensivo scolastico Divisione Julia di Formia.

L'autore del delitto, ex impiegato dello studio del Dr. commercialista Recco in città, si è poi suicidato utilizzando contro sé stesso un'altra pistola. La strage sarebbe avvenuta nel primo pomeriggio, intorno alle 14, ma solo alcune ore dopo un'avvocata dello studio legale situato nel condominio, di rientro dalla pausa pranzo, ha notato uno dei corpi senza vita, allertando i soccorsi e le forze dell'ordine.‍[3][4]

Secondo delle ipotesi investigative e giornalistiche, il gesto sarebbe stato compiuto per dissidi economici familiari, probabilmente legati a un'eredità,‍[5] tuttavia la famiglia ha voluto smentire tale eventualità precisando che tra le persone coinvolte nella tragedia non ci sarebbero mai stati atteggiamenti ostili.‍[6] L'esame autoptico ha chiarito la confusa dinamica dell'agguato: si è trattato di una sparatoria in movimento nella quale i due coniugi stavano scappando, probabilmente perché avevano già intuito le intenzioni del parente che li inseguiva armato di pistola.

I cadaveri sono stati ritrovati lungo le scale dell'edificio. La signora Forcina è stata raggiunta da 10 proiettili che hanno trafitto braccia e torace, mentre Gionta ha ricevuto 4 colpi al petto. Il suicida si è tolto la vita con uno sparo alla gola.‍[3][4]

Note

  1. ^ Omicidio-suicidio a Formia, tre le vittime: sono tutti insegnanti. Latinaoggi.eu. Archiviato dall'originale. Consultato il 9 gennaio 2020.
  2. ^ Tre morti a Formia, omicidio-suicidio in pieno centro. Latina 24ore.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 9 gennaio 2020.
  3. ^ a b Omicidio- suicidio a Formia, i risultati dell'autopsia. Il Faro Online. Archiviato dall'originale. Consultato il 13 gennaio 2020.
  4. ^ a b Coniugi uccisi a Formia, è stata una mattanza: colpiti con 14 colpi di arma da fuoco. Il Messaggero. Archiviato dall'originale. Consultato il 13 gennaio 2020.
  5. ^ Omicidio-suicidio a Formia: uccide una coppia e poi si toglie la vita. temporeale quotidiano. Archiviato dall'originale. Consultato il 10 gennaio 2020.
  6. ^ Dramma a Formia, i familiari delle vittime negano controversie sull'eredità. LatinaCorriere.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 14 gennaio 2020.
FemminicidioItalia.info utilizza cookie analitici e di profilazione. Puoi consultare ulteriori informazioni e negare il consenso al loro utilizzo accedendo all'informativa estesa presente alla pagina cookie policy. Cliccando su OK o continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.