Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Il femminicidio di Elena a Margno

Vittima:
Elena
Killer:
Mario Bressi
Località:
Margno
Data:
27 giugno 2020
Foto della Chiesa della Madonna degli Alpini, nota anche come chiesetta del Pian delle Betulle, in Valsassina a Margno in provincia di Lecco

Foto della Chiesa della Madonna degli Alpini, nota anche come chiesetta del Pian delle Betulle, a Margno in provincia di Lecco (di AlexisCourthoud, licenza CC BY-SA 4.0)

Voce su Elena

Foto della Chiesa della Madonna degli Alpini, nota anche come chiesetta del Pian delle Betulle, in Valsassina a Margno in provincia di Lecco

Foto della Chiesa della Madonna degli Alpini, nota anche come chiesetta del Pian delle Betulle, a Margno in provincia di Lecco (di AlexisCourthoud, licenza CC BY-SA 4.0)

I gemelli Elena e Diego, 12 anni, furono uccisi dal padre Mario Bressi, 45 anni, nel corso la notte tra il 26 e il 27 giugno 2020 a Margno, comune dell'Alta Valsassina in provincia di Lecco.

A scoprire i corpi senza vita dei due fratelli fu la madre nelle prime ore del mattino, all'interno della seconda casa della famiglia, utilizzata in quei giorni dall'uomo e dai figli per trascorrere le vacanze. Dopo il delitto, il quarantacinquenne si era suicidato, buttandosi dal ponte della Vittoria a Maggio, frazione di Cremeno, poco distante dal luogo del duplice omicidio.‍‍[1]‍‍[2]

Secondo i risultati dell'autopsia, l'uomo, originario di Gessate (Milano), aveva strangolato Elena e Diego a mani nude, provocando in entrambi il decesso per soffocamento.‍‍[3] Fu escluso l'utilizzo di sedativi prima di mettere in atto l'aggressione.‍‍[4] La madre dei due ragazzini venne poi allarmata da un messaggio del marito, dal quale si stava per separare, che la minacciava di non poter più rivedere i figli: "Non rivedrai più i tuoi figli, resterai per sempre da sola".‍‍[5]

La donna, residente a Gorgonzola (Milano), aveva avvertito le forze dell'ordine e si era precipitata sul posto nelle prime ore del mattino. All'interno dell'abitazione a Margno, scoprì i corpi esanimi dei suoi due gemelli. Aveva tentato invano di rianimarli. Purtroppo erano entrambi deceduti.

Nelle ore successive fu poi rinvenuto il corpo senza vita del marito. L'uomo avrebbe compiuto il gesto per disperazione nell'affrontare una difficile separazione dalla moglie. Una decisione che probabilmente non aveva mai accettato e che avrebbe scaturito il desiderio di vendetta nei confronti della donna.‍‍[6]‍‍[7]

In ogni caso, gli elementi raccolti dagli investigatori fecero presupporre che le azioni messe in atto dal quarantacinquenne non fossero state premeditate.‍‍[8]

Note

  1. Strangola i figli e si suicida in Valsassina. ANSA. Archiviato dall'originale. Consultato il 27 giugno 2020.
  2. Tragedia a Margno: padre uccide i due figli gemelli di 12 anni, poi fugge e si getta dal ponte della Vittoria. valsassinanews.com. Archiviato dall'originale. Consultato il 27 giugno 2020.
  3. Margno, il padre li ha strangolati a mani nude: l'orribile morte dei due gemelli. ilgiorno.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 1º luglio 2020.
  4. Bimbi uccisi, non erano stati sedati. ANSA. Archiviato dall'originale. Consultato il 3 agosto 2020.
  5. Margno, padre uccide i figli: l'ultima giornata di Elena e Diego. ilgiorno.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 29 giugno 2020.
  6. Orrore a Margno, padre uccide i due figli e poi si suicida. ilgiorno.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 27 giugno 2020.
  7. Chi è Mario Bressi, il padre che ha ucciso i suoi due figli dodicenni. valsassinanews.com. Archiviato dall'originale. Consultato il 27 giugno 2020.
  8. Gemelli uccisi, per inquirenti omicidio non sarebbe premeditato. Adnkronos. Archiviato dall'originale. Consultato il 30 giugno 2020.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.