Menu Ricerca voce
Menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Il femminicidio di Zsuzsanna Majlat a Milzano

Vittima:
Zsuzsanna Majlat
Killer:
Gianluca Lupi
Località:
Milzano
Data:
8 maggio 2020
Foto della Chiesa San Biagio di Milzano in provincia di Brescia
Foto della Chiesa S.Biagio di Milzano in provincia di Brescia (copyright Comune di Milzano)
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+

Zsuzsanna Majlat, 39 anni, chiamata dai conoscenti Susy, è stata uccisa dal marito Gianluca Lupi, 41 anni, nella serata dell'8 maggio 2020 a Milzano in provincia di Brescia.‍[1][2]

Foto della Chiesa San Biagio di Milzano in provincia di Brescia
Foto della Chiesa S.Biagio di Milzano in provincia di Brescia (copyright Comune di Milzano)

La donna, originaria della Romania e da molti anni in Italia, sposata e madre di tre figli di 3, 8 e 15 anni, aveva avuto un violento litigio in casa con il coniuge, al culmine del quale è stata più volte accoltellata. La loro relazione era in crisi e la trentanovenne aveva avviato le pratiche per il divorzio. Una decisione che l'uomo sembrava non aver accettato di buon grado. Di lì a pochi giorni avrebbe dovuto esserci un incontro con l'avvocato per chiarire i dettagli della separazione.‍[3] La tragedia è avvenuta mentre nell'abitazione erano presenti i tre figli. È stata infatti la primogenita ad allertare telefonicamente i soccorsi per chiedere aiuto.

Nel frattempo il sindaco del comune, Massimo Giustiziero, residente nelle vicinanze, aveva sentito delle forti urla provenire dall'appartamento. Recatosi sul posto, aveva richiesto informazioni su cos'era successo e Lupi gli ha rivelato di aver ucciso la moglie. Negli stessi istanti il primo cittadino ha visto la figlia di 15 anni che aveva gli indumenti sporchi del sangue della mamma. I figli erano fortunatamente illesi e non in pericolo di vita. Il sindaco e la ragazza hanno messo in sicurezza gli altri due bambini nell'attesa dell'arrivo dei carabinieri, che successivamente hanno arrestato il quarantunenne.‍[4] Nel corso dell'interrogatorio effettuato in caserma e durato molte ore, Lupi ha confessato il delitto. Nelle prime ore del mattino del 9 maggio, è stato condotto in carcere con l'accusa di omicidio volontario aggravato dai futili motivi.‍[5][6]

Dall'esame autoptico svolto la settimana successiva è emerso che la vittima è stata colpita da quattro fendenti: tre sferrati all'addome e uno, quello fatale, al collo.‍[7]

Note

  1. Milzano, uccide la moglie con una coltellata davanti ai figli. QuiBrescia. Archiviato dall'originale. Consultato il 9 maggio 2020.
  2. Brescia, uccide la moglie a coltellate davanti ai figli. Adnkronos. Archiviato dall'originale. Consultato il 9 maggio 2020.
  3. Omicidio a Milzano, il paese si mobilita: partita la raccolta di vestiti e giocattoli per i bimbi. Corriere.it. Archiviato dall'originale. Consultato l'11 maggio 2020.
  4. Brescia, omicidio a Milzano: uccide la moglie davanti ai figli. Corriere.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 9 maggio 2020.
  5. Accoltella la moglie in casa: "Ho ucciso Susy, non abbandonare i miei figli". BresciaToday. Archiviato dall'originale. Consultato il 9 maggio 2020.
  6. "Nulla è più come prima": l'ultimo post sui social di Susy, uccisa a coltellate dal marito. BresciaToday. Archiviato dall'originale. Consultato il 10 maggio 2020.
  7. Massacrata con 4 coltellate all'addome e al collo: così è morta mamma Susy. BresciaToday. Archiviato dall'originale. Consultato il 15 maggio 2020.
FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.