Menu Ricerca voce
Menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Minorenni violentate a Pisticci. Nessuna attenuazione per i 4 giovani in carcere. Individuato il presunto ottavo partecipante allo stupro.

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger
Miniatura della notizia (Miniatura di Cinzia Astorino su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

Il gip di Matera ha respinto il ricorso per l'attenuazione della misura cautelare presentato dagli avvocati dei quattro giovani in carcere nell'ambito dell'indagine sulla violenza sessuale di gruppo subita da due turiste minorenni inglesi, di 16 e 15 anni, durante una festa in una villa di Marconia di Pisticci (Matera) la notte tra il 7 e l'8 settembre scorso.

Il giudice per le indagini preliminari ha quindi confermato la custodia cautelare in carcere per i quattro indiziati: Michele Masiello (23 anni), Alberto Lopatriello (22), Alessandro Zuccaro (21) e Giuseppe Gargano (19). I loro legali avevano chiesto il passaggio agli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico. Restano indagati, a piede libero, altri tre giovani, tra i quali due cantanti trapper.

Sabato prossimo, 19 settembre, comincerà l'incidente probatorio al quale prenderanno parte anche le due ragazzine. Nel frattempo, una delle due avrebbe riconosciuto su un social network anche l'ottavo giovane che avrebbe partecipato alla violenza sessuale. È stata presentata una denuncia contro quest'ultimo.

Condividi su Telegram Condividi su Skype Condividi su Pinterest Scegli dove condividere
FemminicidioItalia.info utilizza cookie analitici e di profilazione. Puoi consultare ulteriori informazioni e negare il consenso al loro utilizzo accedendo all'informativa estesa presente alla pagina cookie policy. Cliccando su OK o continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.