Menu Ricerca voce
Menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Belvedere Marittimo. Omicidio Aneliya Dimova. Fermate nella notte due persone: il presunto killer sarebbe un 32enne del posto.

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger
Miniatura della notizia (Miniatura di Velvet su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 3.0)

I carabinieri hanno fermato nel corso della notte il presunto assassino di Aneliya Dimova, la 55enne bulgara uccisa a Belvedere Marittimo (Cosenza) lo scorso 30 agosto.

La vittima era stata ritrovata da alcuni amici che, dopo ripetute telefonate a vuoto, si erano recati a casa sua trovandola nuda, distesa sul letto, in un lago di sangue, coperta da un panno o forse un lenzuolo che le copriva il capo, sfigurato dai colpi inferti.

A finire in manette è stato un uomo di 32 anni che sarebbe l'esecutore materiale dell'omicidio. Gli inquirenti hanno arrestato anche un'altra persona. Al momento non si conoscono le motivazioni degli arresti, che verranno esposte in una conferenza stampa indetta alla Procura di Cosenza.

Condividi su Telegram Condividi su Skype Condividi su Pinterest Scegli dove condividere
FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.