Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Lamezia Terme. Picchia la moglie: lei si rifugia in camera e chiama il 112. Un 58enne arrestato in flagranza di reato.

Miniatura della notizia (Miniatura di Gatto Nero su Wikimedia Commons, licenza CC BY 2.5)

"Aiutatemi, mio marito è ubriaco e mi ha picchiato. Sono chiusa in stanza con i miei figli, fate presto". Questa è stata la chiamata giunta la notte di Natale alla Centrale 112 dei Carabinieri di Lamezia Terme (Catanzaro).

I militari hanno pertanto arrestato, in flagranza di reato, per maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale, un 58enne del lametino. L'uomo, in evidente stato di alterazione, stava tentando di entrare della stanza in cui si era rifugiata la donna. Questa la scena che è apparsa ai militari una volta giunti sul posto. Vani i tentativi di parlare con lui che, alla vista dei Carabinieri, si è scagliato contro di loro colpendoli con pugni e calci.

È stato necessario l'intervento dei rinforzi e del personale medico per riuscire a contenere la furia dell'uomo e trarlo in arresto per i reati di maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale. L'uomo è stato portato presso il carcere di Catanzaro, mentre la donna è stata avviata ad un centro antiviolenza per il necessario sostegno.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.