Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Frosinone. Insultava e perseguitava ripetutamente la madre: un 40enne condotto in carcere per maltrattamenti in famiglia.

Miniatura della notizia (Miniatura di Pietro Scerrato su Panoramio e Wikimedia Commons, licenza CC BY 3.0)

Nella mattinata di ieri, 5 gennaio, la Polizia di Stato ha eseguito una misura di custodia cautelare in carcere nei confronti di un 40enne, residente a Frosinone, per il reato di maltrattamenti in famiglia. Il pregiudicato, già arrestato in passato per lo stesso reato, avrebbe per anni costretto sua madre a subire ogni genere di vessazione.

L'uomo, che in passato aveva scontato la misura degli arresti domiciliari, aveva ricominciato a manifestare comportamenti aggressivi e vessatori nei confronti della madre. In particolare, da alcuni mesi, avrebbe ripreso a chiedere con insistenza soldi alla donna. Denaro che gli sarebbe servito per ottenere sostanze stupefacenti.

Al rifiuto della vittima, il 40enne la ricopriva di insulti di ogni genere. Di fronte all'aggravarsi dei comportamenti, la donna è stata costretta a richiedere di nuovo l'aiuto della Polizia. Il gip ha così accolto la richiesta di applicazione della custodia cautelare in carcere, avanzata dal pm di Frosinone a seguito delle risultanze dell'attività investigativa. L'individuo è stato condotto presso la casa circondariale di Frosinone.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.