Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Marocco di Mogliano. Caso Marta Novello. L'assurda aggressione per rubare un cellulare. Il 16enne accusato di tentato omicidio.

Immagine della notizia (Miniatura di Frassionsistematiche su Wikimedia Commons, licenza CC BY 3.0)

Un mistero al momento inspiegabile. Venti coltellate per rubare un cellulare? Marta Novello, 26 anni, è ricoverata a Treviso in condizioni "gravi ma stabili". L'aggressore, un minore di 16 anni, deve comparire davanti al giudice. La studentessa stava correva lungo una strada a Mogliano Veneto due pomeriggi fa quando è stata assaltata.

Gli amici della giovane assicurano che lei e il 16enne fermato non si conoscevano. È stata accoltellata in località Marocco da un ragazzo che l'avrebbe avvicinata in sella a una bicicletta. I due giovani sono finiti nel fossato a lato della carreggiata. Alcuni operai e passanti hanno assistito alla scena dando per primi l'allarme e fermando il ragazzo.

Ma il motivo dell'aggressione non è chiaro. L'ipotesi più accreditata è che si sia trattato di una tentata rapina, ma gli inquirenti vogliono vederci chiaro. Marta Novello è stata colpita nella zona toracica, al volto, alle gambe. In tasca aveva solo il cellulare, le cuffie e le chiavi di casa.

Chi è l'aggressore? "Un bulletto che ha agito in modo criminale, probabilmente sotto l'effetto di sostanze stupefacenti" secondo il sindaco di Mogliano Veneto, Davide Bertolato. Il 16enne e alcuni amici sarebbero stati identificati più volte nel recente passato dalla Polizia locale perché si davano appuntamento nelle piazze della cittadina trevigiana, senza rispettare le norme anti-Covid che vietano gli assembramenti.

L'adolescente è stato arrestato per tentato omicidio. Sarà probabilmente interrogato solo venerdì prossimo dal magistrato della Procura per i minori di Venezia.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.