Orentano. Omicidio Khrystyna Novak. Francesco Lupino ha confessato il delitto: "Volevo punire lei e il fidanzato".

Immagine della notizia (Miniatura di LigaDue su it.wikipedia.org, licenza CC BY-SA 4.0)

"Sì, l'ho uccisa io, volevo punire lei e il suo fidanzato". Francesco Lupino, 49 anni, ha confessato l'omicidio di Khrystyna Novak nel corso di un lungo interrogatorio di fronte agli inquirenti.

L'uomo era stato arrestato e condotto in carcere proprio come principale indiziato dell'uccisione della 29enne di origini ucraine, fidanzata del suo ex socio in affari Airam Gonzalez Nigrin.

Come riporta il Corriere della Sera, Lupino avrebbe cominciato a fare le prime ammissioni in cella, poi è arrivata la confessione durante l'ultimo interrogatorio, riferendo alla Polizia di essere disposto a collaborare per ricostruire l'intera dinamica dell'accaduto.

Il corpo senza vita della vittima, in avanzato stato di decomposizione, era stato ritrovato sette mesi dopo la scomparsa a Orentano, frazione di Castelfranco di Sotto in provincia di Pisa. Il cadavere era nascosto in un casolare, non lontano dall'abitazione dove abitava insieme al compagno.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.