Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Castelfranco. Omicidio Gabriela e Renata Trandafir. Montefusco ribadisce la sua confessione nell'interrogatorio davanti al gip.

Immagine della notizia (Miniatura di Carlo Alberto Bertelli su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 3.0)

Castelfranco. Omicidio Gabriela e Renata Trandafir. Montefusco ribadisce la sua confessione nell'interrogatorio davanti al gip.

Salvatore Montefusco ha ribadito davanti al gip la confessione resa ai militari e al pubblico magistrato lunedì scorso, dopo l'omicidio della moglie Gabriela Trandafir e della figliastra Renata Alexandra nella loro abitazione a Castelfranco Emilia.

L'uomo ha sparato alle due vittime con un fucile, ribadendo la propria responsabilità. Il 69enne ha anche aggiunto di aver subito, nel corso dell'ultimo anno, diverse vessazioni da parte delle due donne con le quali i rapporti erano tesi da tempo. L'imprenditore era in fase di separazione dalla moglie.

L'interrogatorio di garanzia si è tenuto all'interno del carcere Sant'Anna di Modena. La pm Francesca Graziano ha chiesto la convalida del fermo e la permanenza in cella, mentre il legale difensore, Marco Rossi, ha chiesto gli arresti domiciliari a casa di una delle tre figlie che il 69enne ha avuto da un precedente matrimonio. Il gip si è riservato di decidere.

"Quello del mio assistito credo sia stato un attacco di ira funesta. Secondo me non era premeditato". Lo ha riferito l'avvocato Marco Rossi, che difende il reo confesso. Il legale non esclude in futuro di richiedere una perizia psichiatrica per il proprio assistito.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.