Visualizza menu
Visualizza menu Visualizza campo di ricerca

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia precedente

Il femminicidio di Nunzia Maiorano a Sant'Anna di Cava de Tirreni

Vittima:
Nunzia Maiorano
Killer:
Salvatore Siani
Località:
Sant'Anna di Cava de Tirreni
Data:
22 gennaio 2018
Foto della Chiesa di San Francesco e Sant'Antonio di Cava de' Tirreni dove si sono svolti i funerali di Nunzia Maiorano
Foto della Chiesa di San Francesco e Sant'Antonio di Cava de' Tirreni dove si sono svolti i funerali di Nunzia Maiorano
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
Foto della Chiesa di San Francesco e Sant'Antonio di Cava de' Tirreni dove si sono svolti i funerali di Nunzia Maiorano
Foto della Chiesa di San Francesco e Sant'Antonio di Cava de' Tirreni dove si sono svolti i funerali di Nunzia Maiorano

Nunzia Maiorano, 41 anni, è stata uccisa da suo marito Salvatore Siani il 22 gennaio 2018 in un'abitazione in località Petrellosa a Sant'Anna, frazione di Cava de Tirreni (provincia di Salerno). L'uomo, 48 anni, ha inferto 46 coltellate alla moglie durante una collutazione avvenuta per l'ennesima lite. I vicini hanno dato l'allarme dopo aver sentito le urla provenire dall'appartamento. Sul posto sono arrivati i carabinieri e gli infermieri del pronto soccorso che hanno trasportato entrambi all'ospedale. Nunzia è morta poco dopo mentre Salvatore è stato sottoposto a un intervento chirungico che lo salverà dalle ferite rinvenute sul suo corpo. Ferite che probabilmente si era causato lui stesso nel tentativo di suicidarsi.‍[1][2]

Secondo le ricostruzioni, la quarantunenne aveva intenzione di separarsi, ma il marito non lo accettava e negli ultimi tempi le discussioni fra i due erano divenute sempre più accese e frequenti. Quel lunedì mattina dell'ultimo fatale litigio, i soccorritori hanno trovato la donna riversa in una pozza di sangue col volto tumefatto. In preda a un folle raptus, l'uomo oltre ad accoltellarla l'ha anche presa a pugni e le ha dato dei morsi in diverse parti del corpo. Dai campioni del suo sangue prelevati in ospedale è emerso che il quarantottenne ha fatto uso di sostanze stupefacenti prima di incontrare la moglie.‍[1][3]

Nell'ottobre del 2018, al termine del processo svolto secondo le modalità del rito abbreviato, Siani è stato condannato in primo grado a 30 anni di carcere. Nelle motivazioni della sentenza è stato ritenuto che il delitto sia stato scaturito da una reazione impulsiva, escludendo dunque la premeditazione. L'uomo possedeva una pistola e in caso di premeditazione avrebbe agito in un altro modo. È stata anche esclusa la seminfermità nonostante le tracce di cocaina rinvenute nel suo sangue.‍[4]

Note

  1. ^ a b Massacra la moglie dopo il falso perdono su Fb: tragedia a Cava de' Tirreni. La Città di Salerno. Archiviato dall'originale.
  2. ^ "Amore criminale" a Cava per la tragedia di Nunzia. SalernoSera. Archiviato dall'originale.
  3. ^ Nunzia uccisa con 40 coltellate. Il marito assassino: "Io l'amavo". Salernonotizie.it. Archiviato dall'originale.
  4. ^ Orrore a Cava de' Tirreni, Nunzia Maiorano uccisa dal marito per una carezza rifiutata. La Città di Salerno. Archiviato dall'originale.
FemminicidioItalia.info utilizza cookie analitici e di profilazione. Puoi consultare ulteriori informazioni e negare il consenso al loro utilizzo accedendo all'informativa estesa presente alla pagina cookie policy. Cliccando su OK o continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.