Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Il femminicidio di Adriana Signorelli a Milano

Vittima:
Adriana Signorelli
Presunto killer:
Aurelio Galluccio
Località:
Milano
Data:
1 settembre 2019
Uno scorcio del quartiere Chiesa Rossa di Milano

Uno scorcio del quartiere Chiesa Rossa di Milano (di Arbalete, licenza CC BY-SA 3.0)

Voce su Adriana Signorelli

Uno scorcio del quartiere Chiesa Rossa di Milano

Uno scorcio del quartiere Chiesa Rossa di Milano (di Arbalete, licenza CC BY-SA 3.0)

Adriana Signorelli, 59 anni, era stata uccisa dal marito Aurelio Galluccio, 65 anni, nella sua abitazione di via San Giacomo nel quartiere Chiesa Rossa di Milano.

La donna fu trovata senza vita nella notte tra il 31 agosto e il 1º settembre 2019 dai Vigili del Fuoco che fecero irruzione nell'appartamento dopo che la figlia, preoccupata perché non riusciva più a mettersi in contatto con la madre, aveva allertato i soccorsi.

Mentre sul posto giunsero i poliziotti e il personale della scientifica, il marito spuntò di fronte all'abitazione alla guida dell'auto della moglie tentando invano di investire alcuni presenti e la figlia della donna (nata da una precedente relazione). Andato a schiantarsi contro un'aiuola, il malintenzionato fu bloccato e arrestato.

Fu proprio Galluccio, nelle ore precedenti, a uccidere la vittima con cinque coltellate. I due non convivevano nello stesso appartamento e l'uomo era già noto alle forze dell'ordine per precedenti violenze e maltrattamenti ai danni della cinquantanovenne.‍‍[1]‍‍[2] A suo carico vi erano anche diversi precedenti per rapina e droga. Le violenze sulla moglie andavano avanti dal 2012.

In particolare, nel novembre del 2018, l'uomo le bruciò la porta di casa e tentò di sfregiarla con un mix di benzina e candeggina.‍‍[3] Alla donna fu consigliato più volte di allontanarsi dal marito, lasciando casa e trasferendosi altrove, ma lei aveva risposto di "amarlo troppo". Quattro giorni prima del delitto, il sessantacinquenne l'aveva nuovamente aggredita. La signora Adriana riferì che per sicurezza si sarebbe trasferita dalla figlia per qualche giorno, ma così non avvenne.‍‍[4]

Infatti lei trascorse la prima parte della giornata di sabato 31 agosto nell'appartamento di Galluccio, poi entrambi si trasferirono nell'abitazione in via San Giacomo. Lì l'uomo aveva commesso l'omicidio, sotto l'effetto di sostanze stupefacenti, la quale assunzione era stata accertata durante il seguente ricovero in ospedale. Il sessantacinquenne da anni era affetto da problemi di dipendenza dalla droga.

Il successivo 3 settembre, interrogato dal giudice per le indagini preliminari, l'uomo si avvalse della facoltà di non rispondere. Nei suoi confronti fu convalidato l'arresto. Il giudice specificò nell'ordinanza che "la disponibilità estrema di Adriana Signorelli ad aiutare il marito si era purtroppo rivelata fatale". Il sessantacinquenne fu accusato di omicidio volontario aggravato e duplice tentato omicidio (per aver cercato di investire gli agenti intervenuti sotto casa della donna la notte della delitto).‍‍[5]‍‍[6]

Il 21 luglio 2020 Galluccio fu condannato all'ergastolo dalla Corte d'Assise di Milano.‍‍[7] La sentenza fu confermata dalla Corte d'Appello il 24 marzo 2021.‍‍[8]‍‍[9]

Note

  1. Donna uccisa a Milano con 5 pugnalate. Il marito tenta di investire i poliziotti. AGI. Archiviato dall'originale. Consultato il 3 settembre 2019.
  2. Milano, dal rogo ai fendenti: la fine annunciata di Adriana. ilgiorno.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 3 settembre 2019.
  3. Donna uccisa a coltellate, convalidato l'arresto del marito. la Repubblica. Archiviato dall'originale. Consultato il 4 settembre 2019.
  4. La donna uccisa a Milano quattro giorni prima chiese aiuto e si attivò il codice rosso. la Repubblica. Archiviato dall'originale. Consultato il 4 settembre 2019.
  5. Donna uccisa a Milano, il marito: "Mi avete fatto diventare un assassino". Adnkronos. Archiviato dall'originale. Consultato il 4 settembre 2019.
  6. Lo amo: la condanna di Adriana, uccisa a coltellate a Milano. ilgiorno.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 4 settembre 2019.
  7. Milano, donna uccisa a coltellate: ergastolo per il marito. ilgiorno.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 22 luglio 2020.
  8. Milano: uccisa dopo anni violenze, confermato ergastolo al marito. Affaritaliani.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 25 marzo 2021.
  9. Donna uccisa a coltellate: confermato in Appello ergastolo per il marito. ilgiorno.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 25 marzo 2021.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.